rotate-mobile
Attualità

Terminate le operazioni di pulizia delle spiagge di Pescara, raccolte oltre 650 tonnellate di legname

L'assessore Del Trecco ha annunciato la conclusione delle attività di pulizia e rimozione dei rifiuti di legname dalle spiagge della città

Oltre 650 tonnellate di rifiuti di legname, raccolti sulle spiagge della città fra riviera nord e riviera sud. L'assessore comunale Del Trecco ha annunciato il completamento delle operazioni di pulizia dell'arenile cittadino in vista della riapertura della stagione balneare.

L'appello era stato lanciato dai gestori degli stabilimenti balneari, fa sapere l'assessore, aggiungendo che sono entrate nel vivo le operazioni di allestimento delle spiagge di Pescara dopo le ultime disposizioni ministeriali e regionali che hanno permesso il riavvio di una stagione che, causa Coronavirus, sicuramente sarà difficile e complessa rispetto al passato.

Il problema inerente il ritiro e lo smaltimento di quei rifiuti, e parliamo di grosse quantità, ci è stato tempestivamente manifestato dal Presidente della Sib-Confcommercio Riccardo Padovano con una mail ufficiale e l’amministrazione comunale ha subito attivato la macchina degli interventi. Ambiente Spa ha effettuato un sopralluogo sul litorale prima di Pasqua, per verificare le condizioni della spiaggia e, dagli accertamenti, è emerso che la situazione più grave è stata riscontrata soprattutto sul tratto di arenile nord

A causa della mancanza di disponibilità, da parte di Ambiente Spa, di mezzi idonei per quel genere di interventi, i lavori sono stati affidati in appalto ad una ditta esterna dal 30 aprile scorso. Ben 32 viaggi delle piattaforme di recupero sono stati necessari per liberare il materiale, trasportato dalla Madonnina fino alla sede dell'azienda ad Atri. Dieci invece i viaggi per il legname presente lungo la riviera sud.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terminate le operazioni di pulizia delle spiagge di Pescara, raccolte oltre 650 tonnellate di legname

IlPescara è in caricamento