rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

La protezione civile e gli alpini attivano centri di smistamento dei beni donati ai profughi ucraini: un magazzino anche a Manoppello

L'associazione nazionale alpini gestirà i vari magazzini dislocati su tutto il territorio regionale. Il materiale e i beni saranno distribuiti ai cittadini ucraini già accolti o in arrivo in Abruzzo

La protezione civile regionale fa sapere di aver aperto, in collaborazione con l'associazione nazionale alpini sezione Abruzzi, una serie di magazzini dove poter gestire logisticamente e stoccare tutto il materiale ed i beni donati dagli abruzzesi ai profughi ucraini già accolti o in arrivo nella nostra regione. I magazzini sono stati disclocati su tutto il territorio, ed il materiale verrà distribuito in base alle esigenze segnalate dai gestori dei diversi centri dove i rifugiati sono ospitati, come alberghi, centri di accoglienza straordinaria e in altre sistemazioni tramite enti o associazioni di volontariato.

Le sedi scelte sono Sulmona, L’Aquila, Atessa, Taranta Peligna, Villa Santa Maria, Manoppello e Atri. Le associazioni e gli enti che desiderano conferire il materiale già ricevuto potranno prendere direttamente contatti con i referenti, rivolgendosi alla sala operativa dell'agenzia regionale di protezione civile al numero 800860146 dove verranno forniti tutti i contatti dei singoli responsabili dei centri di stoccaggio. Ricordiamo che la Regione Abruzzo ha stimato un numero massimo di circa diecimila cittadini ucraini da poter accogliere sul territorio regionale grazie proprio alla protezione civile regionale e a tutta la rete di solidarietà che si è immediatamente attivata con l'avvio del conflitto coinvolgendo direttamente i Comuni e le Province.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protezione civile e gli alpini attivano centri di smistamento dei beni donati ai profughi ucraini: un magazzino anche a Manoppello

IlPescara è in caricamento