Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità Centro / Corso Umberto I

Protesta contro il green pass: scontri tra manifestanti ed esponenti di Forza Italia [FOTO]

Nell'ambito della mobilitazione tenutasi ieri pomeriggio a Pescara si sono registrati alcuni momenti di tensione tra i manifestanti e gli azzurri, presenti in quel momento in corso Umberto I con un banchetto per raccogliere le firme in favore del referendum sulla giustizia

Poteva avere conseguenze ben peggiori ciò che è accaduto ieri pomeriggio a Pescara, in pieno centro, durante la mobilitazione indetta da centinaia di persone per protestare contro il Green Pass, misura appena decisa dall'esecutivo nazionale. A un certo punto il corteo di protesta, giunto in corso Umberto I, ha incrociato il gazebo allestito da alcuni esponenti di Forza Italia per promuovere una petizione in favore dei referendum sulla giustizia.

Alla raccolta firme erano presenti anche il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, il sindaco di Pescara, Carlo Masci, e l'onorevole Antonio Martino. È stato allora che si sono vissuti veri e propri attimi di tensione, perché i manifestanti hanno iniziato a inveire contro gli azzurri, accusandoli di essere complici del governo perché avallarebbero la proposta della "certificazione sanitaria":

"Ci hanno provocato in ogni modo", racconta a IlPescara il senatore Nazario Pagano, coordinatore regionale di FI, che è stato testimone diretto dell'episodio. "Ci insultavano dicendoci veramente di tutto. È incredibile ciò che è accaduto. A un certo punto due di loro hanno preso a calci il banchetto. È stato un bene che nessuno di noi abbia reagito perché altrimenti non so cosa sarebbe potuto succedere".

La polizia ha cercato di placare gli animi formando un cordone attorno al tavolo e agli stessi forzisti. Parlando con l'Ansa, Pagano ha poi aggiunto: "La libertà di pensiero e di manifestazione è consentita, ma nei limiti del rispetto delle libertà degli altri. Gli atti di violenza che abbiamo subito sono stati prontamente fermati dalle forze di polizia, ma non mi era mai capitata una cosa simile".

E ancora: "La violenza gratuita e totalmente immotivata, con la quale i manifestanti no vax ci hanno aggredito, conferma ulteriormente l’irragionevolezza e la pericolosità dei loro comportamenti. Dopo questo spiacevole episodio il mio appello a vaccinarsi è ancora più convinto perchè, come ha detto anche il presidente Draghi, ciò è vitale sia per la nostra società che per la nostra democrazia". Il sindaco Masci, ricordando che la manifestazione "non era autorizzata", ringrazia le forze dell'ordine e la polizia municipale "prontamente intervenute per fermare" gli aggressori.

Cordone polizia banchetto Forza Italia-2

La solidarietà del mondo politico

Intanto si registra la solidarietà del Pd: “Condanno le violenze ed esprimo a nome del Partito Democratico abruzzese solidarietà agli esponenti di Forza Italia”, dichiara il segretario regionale Michele Fina, esprimendo inoltre “ferma condanna a chi, anche tra i leader politici, strizza l’occhio, anche solo con atteggiamenti ambigui, alla follia no vax”. E anche dal consigliere comunale Dem Francesco Pagnanelli giunge la "massima solidarietà agli attivisti e dirigenti di Forza Italia barbaramente aggrediti dai manifestanti No-Vax".

Dal fronte di Fratelli d'Italia si fa sentire Marco Forconi, presente ieri pomeriggio al presidio, che esprime "totale solidarietà a Forza Italia per l'aggressione subìta, durante una raccolta firme, da parte di alcuni manifestanti". Pur dicendosi "fortemente contrario al Green Pass", Forconi condanna con fermezza la violenza perché "non serve a nulla se non a legittimare le decisioni della 'classe dominante'. Per vincere bisogna fare ciò che stiamo perdendo l'abitudine di fare: studiare".

Anpi Pescara parla invece di "un grave attacco al vivere democratico e ai valori costituzionali, in particolare alla libertà di opinione, parola e pensiero; è un altro atto di intolleranza e di violenza che, purtroppo, non ci meraviglia ma che non ci stancheremo mai di denunciare e di combattere da qualunque parte venga, verso chiunque sia rivolta". L'Anpi esprime, pertanto, "la massima solidarietà ai dirigenti di Forza Italia coinvolti", auspicando che "i responsabili siano identificati e puniti. Su questi argomenti non si può non essere tutti dalla stessa parte: ovvero dalla parte della Costituzione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta contro il green pass: scontri tra manifestanti ed esponenti di Forza Italia [FOTO]

IlPescara è in caricamento