rotate-mobile
Attualità Portanuova / Via della Fornace Bizzarri

Non mollano i residenti di via della Fornace Bizzarri contro il nuovo asilo e annunciano un altro sit in di protesta

Sabato 26 novembre nuova protesta nel parco in via della Fornace Bizzarri che rischia di essere cancellato per la realizzazione di un nuovo asilo. Invitati al sit in anche il sindaco Carlo Masci e l'arcivescovo Tommaso Valentinetti

Dopo la protesta di sabato 19 novembre per far salire l'attenzione sul nuovo asilo, non mollano i residenti di via Fornace Bizzarri che per sabato 26 novembre annunciano un nuovo sit in nel parco che rischia di essere cancellato a causa del progetto dell'amministrazione comunale del nuovo asilo. Da settimane i cittadini che abitano i cinque palazzi attorno al parco, dove vivono circa 120 famiglie, chiedono di spostare la nuova costruzione in altri siti, sostenendo che vi sono alternative valide anche nella zona al progetto che l'amministrazione comunale, invece, considera già definitivo e non modificabile.

Abbiamo sentito la portavoce del comitato dei residenti, Erika Pelagatti:

"La nostra battaglia non finirà e non ci fermeremo finchè l'amministrazione comunale non ci darà ascolto. La raccolta firme procede spedita e la protesta per il nuovo asilo qui in via Fornace Bizzari sta trovando sostegno anche dai cittadini degli altri quartieri che sono venuti a conoscenza del caso. Sabato 26 novembre terremo una nuova protesta ed abbiamo invitato per l'occasione il sindaco Carlo Masci e l'arcivescovo Tommaso Valentinetti. Abbiamo anche scritto diverse lettere ad istituzioni fino a Roma. Non è possibile dover cancellare un parco in perfette condizioni e punto di riferimento per la vita sociale di questo quartiere, per un progetto che ha tante alternative possibili. Il verde non si tocca. Il parco è della città ed è un polmone di cui abbiamo bisogno".

Ricordiamo che anche il centrosinistra comunale appoggia la protesta dei residenti, sostenendo che vi è ancora la possibilità di modificare il progetto con alternative che potrebbero scongiurare la cancellazione di quell'area verde. A tal propostio, il vicesindaco Gianni Santilli ha proposto di realizzare un giardino pensile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non mollano i residenti di via della Fornace Bizzarri contro il nuovo asilo e annunciano un altro sit in di protesta

IlPescara è in caricamento