rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità

I progetti da realizzare con i fondi del Pnrr, 66 milioni di euro per cambiare volto alla città

Il sindaco Carlo Masci presenta ai cittadini i dettagli dei progetti che nei prossimi anni potrebbero migliorare Pescara

Presentati ufficialmente i progetti finanziati e da finanziare con il Pnrr (piano nazionale ripresa resilienza) e che interessano la città di Pescara.
Sul sito dell'ente è stata attivata un'apposita sezione nella quale tutti i cittadini potranno prendere visione dei dettagli.

Per farlo basta cliccare sul seguente indirizzo web: https://www.comune.pescara.it/PNRR

I progetti (51 totali), che hanno un valore totale di 66 milioni di euro, di cui 30 già ricevuti, sono divisi per missione, indicano gli importi degli stessi, i settori dell’ente coinvolti e tutte le relative delibere. Nel sito è inoltre disponibile una mappa interattiva con la geolocalizzazione degli interventi. 

Nel dettaglio, tra i progetti già approvati per una spesa complessiva di 30 milioni di euro troviamo: la riqualificazione di Borgo marino sud, Villaggio Alcyone e piazza IV Novembre per un totale di 2 milioni di euro; il miglioramento del decoro urbano tramite riqualificazione di via Valle Fuzzina – recupero fonte borea – completamento parco archeologico colle del telegrafo e tratto di via del circuito per un totale di 550 mila euro; riqualificazione piazza Sacro Cuore e corso Umberto I (1,4 milioni di euro); riqualificazione piazza Alessandrini e Mediamuseum (1,9 milioni di euro); lavori di adeguamento alle normative coni palazzetti dello sport "Ciro Quaranta", "Simona Cornacchia" e "Giovanni Paolo II" (1,5 milioni di euro); manutenzione degli edifici di edilizia residenziale pubblica con intervento di riqualificazione energetica degli edifici Erp di via Carlo Alberto della Chiesa – Comparto Nord (2,1 milioni di euro); miglioramento sismico degli edifici di via Caduti per Servizio (2,9 milioni di euro); lavori di adeguamento alle normative vigenti in materia di sicurezza dello stadio Adriatico "Giovanni Cornacchia" e dei campi di calcio "Adriano Flacco", campo "Ettore D’Agostino" e "Rocco Febo" (1,6 milioni di euro); riqualificazione e recupero a fini sociali di una struttura sita in via Valle Furci (350 mila euro); riqualificazione lungomare nord e sud (1,9 milioni di euro); riqualificazione del waterfront fluviale (3,8 milioni di euro).

In particolare, per quanto riguarda quest'ultimo progetto sono previsti una passeggiata attrezzata lungo il waterfront fluviale fino alla diga foranea, un polo museale del mare e delle genti di mare, lo spostamento asta del pesce sulla golena sud, un'area mercato ittico e prodotti
ortofrutticoli al minuto. Per corso Umberto I e piazza Sacro Cuore si punta al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale mediante la rimodulazione del verde pubblico con ridisegno planimetrico degli spazi e con l’inserimento di arredo urbano. 
Per piazza Alessandrini e Mediamuseum sono previste la realizzazione di opere di rinforzo delle fondazioni del corpo frontale principale mediante iniezioni di resine o la realizzazione di micropali; consolidamento generale di pareti e solai e ripristino delle parti demolite; ricostruzione degli elementi murari danneggiati negli anni passati a causa dei cedimenti fondali, rifacimento dei copriferro e degli intradossi dei solai ammalorati, posa in opera di tiranti e/o catene; rimozione delle aiuole e dell’asfalto di pavimentazione di piazza Alessandrini; realizzazione di nuovi elementi di arredo urbano, pavimentazioni e spazi permeabili per nuove piantumazioni; razionalizzazione degli impianti vegetativi con la rimozione delle essenze di minor pregio e la piantumazione di nuove alberature.

Per gli alloggi popolari di via Carlo Alberto Dalla Chiesa sono previsti coibentazione dell'involucro edilizio mediante rivestimento a cappotto delle facciate e delle coperture; sostituzione degli infissi esistenti con modelli a bassa trasmittanza termica; realizzazione di impianto fotovoltaico sulle coperture degli edifici in modo da ridurre al minimo il consumo di energia elettrica prodotta da fonti non rinnovabili. È prevista l'installazione di circa mille metri quadrati di pannelli fotovoltaici; sostituzione degli impianti di riscaldamento con caldaia ad alta efficienza e convogliamento dei fumi in apposite canne fumarie.
Per quelli di via Caduti per Servizio: coibentazione dell'involucro edilizio mediante rivestimento a cappotto delle facciate e delle coperture; sostituzione degli infissi esistenti con modelli a bassa trasmittanza termica; realizzazione di impianto fotovoltaico sulle coperture degli edifici. È prevista l'installazione di circa mille metri quadrati di pannelli fotovoltaici; sostituzione degli impianti di riscaldamento con caldaia ad alta efficienza e convogliamento dei fumi in apposite canne fumarie; eliminazione del ribaltamento mediante la realizzazione di un intonaco armato di parete esterno; confinamento dei nodi non confinati della palazzina A mediante piastre in acciaio assicurate alla struttura portante con bulloni e leganti chimici.

Per quanto riguarda il lungomare nord è previsto un intervento di riqualificazione per complessivi 600 metri lineari: demolizione e trasporto in discarica pavimentazione ammalorata e relativo sottofondo; rifacimento massetto armato di sottofondo; posa in opera di nuova pavimentazione in travertino; sostituzione dei chiusini esistenti con chiusini a riempimento; riqualificazione del verde e opere di arredo urbano. 
Invece per quanto concerne la riviera sud (880 metri lineari): demolizione del marciapiede esistente; realizzazione del nuovo massetto di fondazione in calcestruzzo cementizio; posa in opera dei nuovi cordoli in travertino (bordo marciapiede e delimitazione aiuole alberi); posa in opera dei masselli in cls autobloccanti.  

Per i dettagli di ogni singolo progetto basta cliccare sul seguente LINK.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I progetti da realizzare con i fondi del Pnrr, 66 milioni di euro per cambiare volto alla città

IlPescara è in caricamento