Attualità Scafa / Piazza Giacomo Matteotti, 5

Al via la progettazione del nuovo distretto sanitario di Scafa-Area Maiella

Illustrato lo studio preliminare per la realizzazione del nuovo Centro erogazione servizi. Presenti l'assessore alla sanità Di Venanzio, l'ingegner Santroni del Comune, il responsabile delle opere pubbliche Asl, Lauriola, e il progettista Martella

A Scafa si è svolto un incontro tecnico negli uffici della Asl dedicati alle progettazioni e nuove realizzazioni. L'assessore alla sanità Di Venanzio e l'ingegner Santroni hanno incontrato il responsabile delle opere pubbliche ed edilizia sanitaria Asl Pescara, ingegner Lauriola, oltre al progettista, ingegner Martella. È stato illustrato lo studio preliminare per la realizzazione del nuovo Centro erogazione servizi di Scafa-Area Maiella. Come si è arrivati a questo grande risultato?

Spiega il sindaco di Scafa Maurizio Giancola: "Nel 2020 la Asl aveva in programmato la ristrutturazione della sede attuale del Distretto Sanitario di Base ma ho subito proposto al direttore Ciamponi la realizzazione di una nuova struttura nelle aree dell'ex stabilimento Sama, da tempo passate in proprietà al Comune di Scafa. Nel dicembre 2020 è stata approvata una delibera di consiglio comunale per la cessione di 6000 mq alla Asl per costruire una nuova sede per il Distretto Sanitario. Nel 2021 il direttore generale della Asl Ciamponi, dimostrando sensibilità e vicinanza ai problemi del territorio, ha predisposto un avviso per la manifestazione di interesse rivolta ad imprese interessate alla realizzazione del nuovo Dsb nelle aree ex Sama. Subito sono stati avviati sopralluoghi e rilievi in loco da parte dei tecnici Asl per verificare la conformazione dell'area edificabile. È stato avviato un lavoro per la redazione di un progetto preliminare di fattibilità. Il 28 febbraio l’amministrazione è stata convocata dall'ingegner Lauriola per visionare la documentazione sullo studio di fattibilità e concordare tutti gli elementi dell'Accordo di programma che sarà portato all'approvazione del consiglio comunale di Scafa".

al via la progettazione del nuovo distretto sanitario di scafa.-2

Dopo la sottoscrizione dell'accordo di programma verranno avviate le procedure di gara pubblica ed entrerà nel vivo la fase realizzativa. L'assessore Di Venanzio aggiunge: "Si tratta di un grande risultato per Scafa e per tutta la sanità territoriale, con particolare attenzione all'area pedemontana. Avremo un nuovo Distretto Sanitario che, grazie anche alle recenti direttive nazionali e regionali, sarà potenziato nei servizi ambulatoriali e diventerà una Casa di Comunità ovvero un hub sanitario aperto h24. Secondo i decreti ministeriali la Casa della Comunità è il luogo fisico di prossimità e di facile individuazione dove la comunità può accedere per poter entrare in contatto con il sistema di assistenza sanitaria e sociosanitaria".

La CdC, spiega Di Venanzio, "rappresenta il modello organizzativo che rende concreta l’assistenza di prossimità per la popolazione di riferimento con presenza medica h24 - 7 giorni su 7 e presenza infermieristica h 12 - 7 giorni su 7. Il nuovo distretto sanitario di base previsto a Scafa è il frutto di un finanziamento da parte della Asl di circa 5 milioni di euro a cui si aggiunge il valore del vecchio fabbricato, circa 2 milioni di euro, che sarà incluso nel bando di gara. Proprio al fine di implementare i servizi previsti dalle nuove case di comunità la Asl ha chiesto al Comune di Scafa di reperire ulteriori 1500 mq dove saranno investiti ulteriori 1 milione e settecentomila euro per il completamento di tutta l’opera che consentirà di avere un’area di servizi socio-sanitari innovativa per tutta l’alta Val Pescara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la progettazione del nuovo distretto sanitario di Scafa-Area Maiella
IlPescara è in caricamento