menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Universitari fuori sede, la lettera di una ragazza: "Siamo abbandonati a noi stessi"

Una studentessa ci ha scritto per segnalarci un problema relativo a chi frequenta l'ateneo nella nostra città, con le lezioni in presenza che non ricominciano: "È possibile che si riescano a trovare soluzioni per tutto, fatta eccezione per il ritorno in università?"

Una studentessa fuori sede ci ha scritto una lettera per segnalarci un problema relativo a chi frequenta l'università nella nostra città e oggi, come tutti, si trova a dover affrontare tanti problemi a causa dell'emergenza sanitaria legata al Covid 19. Sotto la lente d'ingrandimento finisce, in particolare, l'impossibilità di far ricominciare le lezioni in presenza nell'ateneo D'Annunzio:

"È possibile che si riescano a trovare soluzioni per tutto, fatta eccezione per il ritorno all'università? - si chiede la ragazza - Ma soprattutto... è possibile che nessuno ne parli? Nessuno si ricorda di questo? Noi studenti universitari siamo, più che mai, abbandonati a noi stessi".

La giovane, poi, fa notare che questa situazione comporta anche dei problemi economici: "È normale che nessuno dei piani alti si ricordi che Pescara è una città universitaria? Ogni mese noi studenti fuori sede facciamo girare l’economia, pagando l’affitto per case che continuiamo a non utilizzare". Considerazioni condivisibili, che giriamo a chi di dovere per ottenere una risposta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento