Il presidente dell'ordine degli avvocati pescaresi: "Sì all'udienza scritta in appello"

Come riporta l'Ansa, Giovanni Di Bartolomeo ritiene che "tra le cose che ci possiamo portare nel post Covid sicuramente ci sono l'udienza scritta in appello e l'udienza anche scritta per la precisazione delle conclusioni in primo grado"

Il presidente dell'ordine degli avvocati pescaresi, Giovanni Di Bartolomeo, dice sì all'udienza scritta in appello. Come riporta l'Ansa, infatti, Di Bartolomeo ritiene che "tra le cose che ci possiamo portare nel post Covid sicuramente ci sono l'udienza scritta in appello e l'udienza anche scritta per la precisazione delle conclusioni in primo grado":

"Per quanto riguarda l'accesso agli uffici di cancelleria - spiega - sono stati individuati degli accorgimenti, con prenotazioni on line con due giorni di attesa, oppure quando c'è l'urgenza si va in presenza se ci sono degli spazi per farlo".

A parte la criticità del giudice di pace, tra la mancanza della possibilità del processo telematico e la carenza di organico, "le cose funzionano al meglio - afferma Di Bartolomeo - Abbiamo un presidente del tribunale tra l'altro molto attento a tutto ciò che riguarda l'attività e l'emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

Torna su
IlPescara è in caricamento