Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

L'annuncio del presidente Aca Brandelli: "L'emergenza idrica durerà per tutto il mese di settembre"

Il presidente dell'azienda che gestisce il servizio idrico ha spiegato che le carenze sono dovute a vari fattori concomitanti

L'emergenza idrica proseguir fino alla fine del mese di settembre quando, complice il calo delle temperature e il potenziamento della rete sul Tirino, la situazione dovrebbe migliorare. Lo ha fatto sapere il presidente dell?Aca Giovanna Brandelli che ha fatto il punto riguardante le chiusure e carenze che ormai da mesi si riscontrano nel Pescarese e nel Chietino, a causa di vari fattori concomitanti come ha spiegato la stessa presidente:

"Bisogna considerare che abbiamo una riduzione della risorsa di 340 litri al secondo in meno del fabbisogno che è di 3400 dopo il periodo Covid, perché l'extraconsumo dello scorso anno non è tornato indietro. La crisi idrica dello scorso anno era legata alla scarsità di precipitazioni del 2020 e quelle del 2021 non sono riuscite a compensare quanto accaduto un anno fa e non siamo riusciti a tornare ai livelli standard di prima di ricarica delle sorgenti.

Abbiamo una riduzione di risorsa alle sorgenti, questo è vero, ma non abbiamo perdite dalle adduttrici ai rami principali, ma le perdite le abbiamo nei tratti finali delle reti e delle condotte."

Con i lavori sul Tirino si avrà un incremento di 60 litri al secondo per il progetto nato nel 2020, aggiungendo invece che l'autoclave sarà a disposizione di chi rimane senza aqua.

"L'autoclave, voglio lanciare quesito messaggio, fa parte dell'uso solidale e sostenibile dell'uso della risorsa idrica. L'autoclave permette di far arrivare l'acqua fino ad un settimo piano.

Se così non fosse avremmo bisogno per far arrivare in alto l'acqua dovremmo aumentare la pressione sulle tubazioni, rischiando la rottura e riducendo poi il fabbisogno per chi viene dopo. Le chiusure? Il sistema dell'approvvigionamento idrico fa sì che si debba, nei periodi estivi e di extra consumo, per evitare di far mancare la risorsa idrica bei tratti terminali, approntare delle chiusure per far riempire i serbatoi. "

 La Brandelli si augura che, chiudendo il 30 settembre il cantiere del Tirino, si avranno fino a 200 litri al secondo di più con un autunno in tranquillità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio del presidente Aca Brandelli: "L'emergenza idrica durerà per tutto il mese di settembre"

IlPescara è in caricamento