rotate-mobile
Attualità

Al professor Giustino Parruti il premio Benigno e Filomena Stuffoletta

Al direttore dell'unità operativa complessa di malattie infettive e del covid hospital di Pescara la medaglia d'oro per i meriti scientifici, ma anche per essersi posto come riferimento nei confronti della stampa locale e nazionale nel pieno della pandemia

Al dottor Giustino Parruti, direttore dell'unità operativa complessa di malattie infettive e del covid hospital di Pescara, è stato assegnato il Premio Benigno e Filomena Stuffolleta.

A Parruti, che è anche presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), oltre ai meriti clinici e scientifici, è stata riconosciuta a capacità gestionale del covid hospital, l'essere stato sempre in prima linea durante tutto il periodo pandemico ed anche il fatto di essersi posto come punto di riferimento dei mass media locali e nazionali. Un prestigioso premio, quello assegnatogli, che arriva dopo il conferimento della cittadinanza onoraria datogli dal Comune di Caramnico Terme il 28 luglio. Il Premio Benigno e Filomena Stuffoletta gli è stato consegnato il 7 agosto a Roccaraso con il riconoscimento 2022 andato, tra gli altri, anche a Gabriele Gravina attualmente alla guida della Federazione italiana gioco calcio, a Giuseppe Iacobucci, docente di fisica nucleare all’università di Ginevra e collaboratore del Cern e a Luigi Savina, prefetto e vice capo della polizia.

I premio, istituito nel 1989 da Benigno Suffoletta in ricordo di sua moglie Filomena Carrara, e oggi gestitto dai figli Gaetano e Giuseppina, è tornato dopo due anni di pandemia e premia ogni anno personalità, per la maggior parte legate all’Abruzzo, che si distinguono nei campi della cultura, della scienza, dell’economia, del giornalismo e dell’emigrazione. Ai premiati è stata conferita una medaglia d’oro realizzata dal maestro orafo di Roccaraso Franco Coccopalmeri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al professor Giustino Parruti il premio Benigno e Filomena Stuffoletta

IlPescara è in caricamento