rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità

L'autista del giudice Falcone sopravvissuto alla strage di Capaci sarà in città per il Premio Borsellino

Dodici eventi a Pescara per l'edizione 2023 della manifestazione che, ha annunciato il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, è al centro di un progetto di legge regionale con cui se ne intende riconoscere il valore educativo

Dodici eventi che si svolgeranno tra l'auditorium Flaiano e il Sant'Andrea a partire dal 9 marzo per un percorso in nome della legalità che si chiuderà con la tre giorni in piazza Salotto (21-23 maggio) dedicata al ricordo della strage di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone.

Entra nel vivo il Premio Borsellino che quest'anno ha aperto gli appuntamenti con gli incontri contro il bullismo e lo fa con una importante novità: un progetto di legge regionale con cui l'ente intende riconoscerle formalmente e ufficialmente l'importanza. Il premio taglia infatti il 31esimo traguardo e per il presidente della Regione Lorenzo Sospiri e il capogruppo regionale di Forza Italia Mauro Febbo che ne hanno parlato in occasione della presentazione del calendario di eventi, “è giusto che la Regione Abruzzo che ha sempre patrocinato e sostenuto – ha detto Sospiri - gli dia un riconoscimento istituzionale che supererà le nostre esistenze politiche così come Paolo Borsellino ha superato addirittura la morte, arrivando a essere un elemento di riferimento evocativo per la creazione delle coscienze di tutti coloro che combattono i reati mafiosi”. Anche per Febbo “il giusto riconoscimento dell'attività svolta in questi anni e per quella futura, oltre all'impegno portato avanti sul territorio regionale soprattutto per le nuove generazioni. La massima condivisione del testo da parte di tutti i gruppi consiliari è la dimostrazione di quanta attenzione ci sia sulle tematiche trattate e sull'alta valenza della manifestazione”.

La lotta alla mafia e la legalità dunque ancora una volta grandi protagonisti con eventi destinati alla città e soprattutto ai ragazzi. Tanti, infatti, quelli che vedranno il coinvolgimento degli studenti. Il primo appuntamento parla di diritti conquistati e di chi ha permesso che ciò avvenisse. L'appuntamento infatti è alle 11 nella sala consiliare del Comune con la presentazione del libro di Angela Iantosca “Ventuno-Le donne che fecero la costituzione”.

Particolarmente atteso l'appuntamento del 23 marzo con uno dei pochi veri testimoni dell'attentato del 23 maggio 1992: Giuseppe Costanza, l'autista del giudice Falcone tra i pochi sopravvissuti alla strage e unico ad essere uscito vivo dall'auto del magistrato incontrerà gli studenti alle 10.30 all'auditorium Flaiano.

Il primo aprile la giornata con Legambiente e a seguire, il 3 aprile, un altra testimonianza importante: quella di Pinuccio Fazio che ancora una volta sarà a Pescara per raccontare della morte del figlio Michele ucciso per errore dalla mafia. Era il 12 luglio 2001 quando un proiettile vagante raggiunse il quindicenne tra i vicoli di Bari Vecchia: stava rientrando a casa per cenare con la famiglia e si ritrovò nel fuoco incrociato di un regolamento di conti.

Altro appuntamento importante quello del 14 aprile quando sarà presentato il libro “La paura non perdona” di Luigi Leonardi alla presenza di don Maurizio Patricellio che alla lotta alla mafia nella Terra dei fuochi dedica la sua vita.

Il premio torna protagonista ad inizio maggio con la presentazione del libro “Il Ciccione” di Antonio d'Amore (2 maggio) e il libro “Da Radio Aut a Radio 100 passi” di Danilo Sulis amico di Peppino Impastato, anche lui vittima di mafia, che guida il lettore in un viaggio fatto di 40 anni di lotta alla mafia, impegno civile, musica e informazione.

Ultimo appuntamento prima delle celebrazioni per la strage di Capaci quello del 6 maggio con la presentazione del libro “Tutti gli uomini del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa (e) norme alle regole”.

Quindi gli eventi in ricordo della strage del 21, il 22 e il 23 maggio che si snoderanno tra piazza Salotto e l'auditorium Flaiano. Per l'occasione in piazza Salotto sarà allestita una mostra fotografica allestita dalle scuole, presentato all'auditorium il concorso “Siamo Capaci” e messo in scena lo spettacolo organizzato dal comprensivo 4 per dire “no” alla mafia.

“I nostri ragazzi parteciperanno a tanti convegni dove, al fianco del ricorso di Borsellino, saranno affrontati temi di stretta attualità e credo che anche quest’anno registreremo una grande partecipazione delle scolaresche”, ha detto ancora Sospiri commentando il fitto calendario del premio.

Proprio oggi, martedì 7 marzo, è iniziato l'iter per l'approvazione del progetto di legge dedicato al Premio con il testo che ha ottenuto il "sì" unanime dalla commissione politiche europee. In giornata è previsto l'esame del progetto di legge in commissione bilancio per poi giungere al confronto in quinta commissione cultura che dovrà dare il lasciapassare definitivo prima della votazione in consiglio regionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autista del giudice Falcone sopravvissuto alla strage di Capaci sarà in città per il Premio Borsellino

IlPescara è in caricamento