rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità Centro / Viale Giovanni Bovio

L'attacco dei comitati: "Strage di pini in via Sabucchi", il Comune: "Tagliato un solo albero"

I comitati ambientalisti cittadini e parte dell'opposizione comunale hanno attaccato la giunta Masci per un presunto taglio di diversi pini in viale Sabucchi, ma l'amministrazione comunale ha replicato che si trattava di una singola pianta a rischio crollo

Nuovo scontro negli ultimi giorni fra i comitati cittadini e ambientalisti e l'amministrazione Masci sulla gestione del verde. Questa volta, l'attenzione dei comitati si è concentrata su viale Sabucchi, dove sui social è stato denunciato un presunto taglio di pini sollevando critiche e polemiche parlando di una vera e propria mattanza di alberi. Anche il presidente di Italia Nostra Massimo Palladini aveva postato alcune foto e commentato:

"Implacabili, hanno giustiziato via Sabucchi. Non guardano in faccia a nessuno, non fanno prigionieri. Case dei ferrovieri, chiesa di Sant'Antonio, uno degli assi storici delle antiche ville verso il mare che hanno formato la trama della città: non glie ne frega niente, forse nemmeno lo sanno che luoghi sono; magari arriveranno con le loro vernici per l'asfalto. Abbattono armati di motosega. Stanno facendo danni per riparare i quali ci vorrà  mezzo secolo." Anche alcuni membri dell'opposizione comunale hanno attaccato l'amministrazione comunale parlando di un fatto inaccettabile.

A replicare sono stati l'assessore GIanni Santilli e il sindaco Carlo Masci. Santilli, contattato da IlPescara.it, ha spiegato che in realtà è stato abbattuto un solo grosso pino per motivi di sicurezza:

"Non vi è stata alcuna mattanza o taglio seriale di pini. In viale Sabucchi, come stabilito da apposita determina a seguito della relazione ricevuta dai tecnici, si è deciso di tagliare un singolo albero che era in condizioni precarie ed era a rischio crollo. Siamo intervenuti solo su quella pianta per motivi di sicurezza. Non vi è stato alcun taglio di altri alberi".

Il sindaco Carlo Masci, con un post sulla sua pagina Facebook, ha confermato il taglio di un singolo albero mostrando anche un'immagine della scheda tecnica del documento per l'abbattimento dove si mostrano le ragioni tecniche dell'abbattimento di un singolo esemplare:

"Sul taglio di un pino in viale Sabucchi sono state scritte tante falsità, dall'opposizione. Vi spiego come stanno veramente le cose. È vero che abbiamo tagliato, con urgenza, un pino che era pericolosamente inclinato su una casa: lo abbiamo fatto perché rischiava di cadere sull'edificio, provocando danni gravi. È falso che abbiamo fatto una strage di alberi in viale Sabucchi. È vero che sono stati due professionisti, incaricati di accertare la stabilità delle piante, a controllare oltre 5.200 alberi in tutta Pescara, negli anni, e hanno indicato quelli pericolosi. Il nostro lavoro si basa su quegli studi. È falso che quel pino poteva essere salvato: andava obbligatoriamente abbattuto.
È vero che per ogni albero tagliato in città c'è una relazione specifica di un agronomo, l'autorizzazione della Soprintendenza, un provvedimento del dirigente del settore ambiente del Comune. Nessuno sterminio del verde."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attacco dei comitati: "Strage di pini in via Sabucchi", il Comune: "Tagliato un solo albero"

IlPescara è in caricamento