rotate-mobile
Attualità Pianella

Tanti allevatori a Pianella per la tradizionale benedizione degli animali, Valentinetti: "Dobbiamo tornare alla terra e al cibo genuino" [FOTO]

La sfilata dei trattori degli agricoltori di Coldiretti e l'offerta dei prodotti della terra per rinnovare la tradizione di un antico rito nonostante il freddo pungente ha animato il centro di Pianella

SI è rinnovato anche quest'anno il tradizionale appuntamento della benedizione degli animali e della sfilata dei trattori da aprte degli agricoltori e allevatori di Coldiretti. Appuntamento, nonostante il freddo pungente, a Pianella dove era presente anche l'arcivescovo Tommaso Valentinetti. Un rito con l'offerta dei prodotti più rappresentativi del territorio pescarese, a rinnovare il legame stretto fra campagna e comunità cattolica.

A Pianella, nel centro del paese, questa mattina c’era anche una piccola “arca di Noè”:  cani e gatti nelle loro gabbiette, vitellini, due maialini e perfino un barbagianni portati per la benedizione del vescovo nella settimana di Sant’Antonio Abate protettore degli animali. Dalle 9 il raduno in viale Regina Margherita dei trattori e quello degli animali in piazza Garibaldi alle 10, con la santa messa celebrata nella chiesa di Sant'Antonio officiata per la prima volta dall'arcivescovo della diocesi Pescara Penne Tommaso Valentinetti alla presenza del direttore Roberto Rampazzo, del delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa nonché presidente di sezione di Pianella Giuseppe Scorrano, della responsabile sezionale di Coldiretti Donne Impresa Melania Chiappini e del consiglio direttivo. Tra i partecipanti, anche il deputato Guerino Testa.

Valentinetti ha sottolineato l'importanza della giornata per la comunità rurale,:

"Da crisi difficili da risolvere, ne usciremo solo se torneremo alla terra e al cibo genuino e semplice, l’elemento fondamentale che può nutrire le persone. Dobbiamo tornare ad una terra sana, ad una terra buona, ad una terra con coltivata non solo per guadagno ma coltivata per amore".

Il direttore Rampazzo:

“Un pericolo di dimensioni ed importanza enormi che, presentato strumentalmente come opportunità per l’ambiente e per la salute, cela attraverso false informazioni e a favore degli interessi di una ristretta cerchia di persone, una precisa e devastante strategia delle multinazionali di annullamento del cibo inteso come condivisione, legame con la storia, risultato della tradizione e della cultura – ha detto il direttore - di fronte a questo terribile scenario, Coldiretti ha chiamato a raccolta tutta la società per una battaglia comune a vantaggio dell’economia, della storia e della salute dei cittadini del nostro Paese, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo proprio per la genuinità e la qualità della produzione agroalimentare”.

A seguire sono stati offerti i frutti della terra donati dai produttori e dalle aziende agricole pescaresi con cesti stracolmi di vino, ortaggi e confetture, pane, pasta e naturalmente l’olio extravergine dop Aprutino Pescarese, simbolo della più radicata ed apprezzata tradizione agricola di questa zona della provincia. Al termine della cerimonia, la sfilata di mezzi agricoli tra le strade del paese e l’attesa benedizione dei trattori e degli animali di piccola taglia, domestici e di fattoria.

Benedizione Animali Pianella 2023

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanti allevatori a Pianella per la tradizionale benedizione degli animali, Valentinetti: "Dobbiamo tornare alla terra e al cibo genuino" [FOTO]

IlPescara è in caricamento