Consegnata al sindaco la petizione per il Rampigna

Oltre 2100 firme a sostegno del parco archeologico. Il sindaco Carlo Masci, i componenti della giunta e del consiglio comunale e l'onorevole Gianluca Vacca (ex sottosegretario ai beni culturali) hanno ricevuto una copia della petizione

Il sindaco di Pescara Carlo Masci, i componenti della giunta e del consiglio comunale di Pescara e l'onorevole Gianluca Vacca (ex sottosegretario ai beni culturali) hanno ricevuto una copia dell'appello lanciato di recente dalla pagina social Pescara Segreta a sostegno della continuazione degli scavi nel Rampigna e la realizzazione in loco del primo parco archeologico della città. In pochi giorni, la petizione ha raccolto il sostegno di ben 2113 cittadini desiderosi di difendere il sito archeologico dal progetto di riapertura del campo sportivo portato avanti dal Comune.

Tra i firmatari, numerosi cittadini dell'area metropolitana ed anche Pescaresi emigrati all'estero, forse consapevoli della ricchezza culturale ed economica che la valorizzazione di un sito storico di tale portata può generare, ma anche delle troppe ferite inflitte in passato alle testimonianze del passato della nostra città. 

LA PETIZIONE PER IL CAMPO RAMPIGNA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento