rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità Portanuova / Viale Guglielmo Marconi

Le idee e le proposte di Pescarabici per la nuova viabilità in viale Marconi: "Nessuno pensa ai ciclisti"

L'associazione dei ciclisti pescaresi ha scritto una lettera aperta al sindaco Masci riguardante la questione del progetto di riqualificazione viaria di viale Marconi

Piste ciclabili anche in viale Marconi con il progetto di riqualificazione viaria. La richiesta arriva dalla Fiab Pescarabici, l'associazione dei ciclisti che interviene in merito alla questione del progetto che sta valutando l'amministrazione comunale, bloccato per la questione della perdita dei posti auto a fronte della realizzazione della corsia Brt, dedicata agli autobus e mezzi pubblici.

CONFCOMMERCIO, NO ALLE TRE CORSIE IN VIALE MARCONI

L'associazione ha scritto a tal proposito una lettera aperta al sindaco Masci ed all'assessore Albore Mascia, evidenziando come nel progetto non si contempli minimamente la questione delle piste ciclabili e quindi dei ciclisti:

O alle due ruote è interdetto il transito lungo questa strada, oppure possono procedere in promiscuità con le auto. Un sistema organizzativo che dovrebbe incentivare un nuovo modello di mobilità, che dappertutto si basa in parte anche sulle biciclette, a Pescara trascura questo dettaglio non da poco, considerando il fatto che Via Marconi non è una strada di periferia ma attraversa centralmente la città.
Ci lascerebbe favorevolmente impressionati, nel progetto ufficiale, la riduzione dei posti auto e soprattutto il loro eventuale recupero su alcune vie laterali che farebbero da tampone. Niente di più logico, per una ragione ovvia. L’opportunità degli autobus come nuovi vettori di trasporto collettivo veloce dovrebbe portare sopratutto ad un effetto: ridurre il numero di persone che si spostino con la propria auto, quindi il numero delle auto e conseguentemente l’esigenza di parcheggi. È automatico.

Secondo PescaraBici, lo spazio sosta lato mare potrebbe essere utilizzato per una corsia ciclabile bidirezionale, con 2 corsie monodirezionali da 2 metri ciascuna, con diversi stalli per le bici, ricordando che a nord e a sud di viale Marconi ci saranno presto nuove piste ciclabili oltre a quelle esistenti:

Far mancare adesso su questa strada uno spazio riservato al mezzo urbano più ecologico per eccellenza, la bici, sarebbe alquanto imbarazzante, oltre che deleterio: un vero corto circuito con gli scenari di sostenibilità ambientale mondiale che i parcheggi contribuiscono a non far perseguire

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le idee e le proposte di Pescarabici per la nuova viabilità in viale Marconi: "Nessuno pensa ai ciclisti"

IlPescara è in caricamento