menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anche a Pescara il 2 gennaio partiranno le vaccinazioni anti Covid. Il 4 gennaio al via lo screening di massa in provincia

Sono già disponibilie 2340 dosi che saranno destinate al personale ospedaliero che effettuerà le vaccinazioni e che lavora nei reparti Covid

Anche in provincia di Pescara sabato 2 gennaio partiranno le vaccinazioni anti Covid19. Lo ha fatto sapere la Asl, aggiungendo che le vaccinazioni avverranno nel presidio ospedaliero, e che sono già arrivate ieri 2340 dosi del siero di Pfizer che saranno destinate prioritariamente alla vaccinazione del personale ospedaliero operante nei team vaccinali, nei reparti malattie infettive, nelle medicine Covid, nelle pneumologie Covid e nei pronto soccorso.

Dopo questa fase, si passerà alla vaccinazione del personale ospedaliero degli altri reparti, poi quello dei distretti sanitari ed  rsa, compresi gli ospiti. Il direttore generale Ciamponi evidenzia come i vaccini siano arrivati in Italia e a Pescara con qualche settimana d'anticipo rispetto al programma previsto nelle scorse settimane, e l'anno inizierà con una grande sfida, ovvero di avviare la più grande campagna vaccinale di massa degli ultimi decenni:

E’ doveroso ribadire, peraltro, ancora una volta che l'avvio delle vaccinazioni non deve farci abbassare la guardia: non possiamo infatti allentare in alcun modo le precauzioni volte a limitare i contagi, che al momento - rappresentano ancora il mezzo più efficace per tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari

Il 4 gennaio invece partirà lo screening di massa anti Covid19 sulla popolazione in alcuni comuni della provincia di Pescara

L’avvio dello Screening di massa anti Covid-19 è previsto in alcuni comuni della Provincia di Pescara già dal 4 Gennaio, mentre in città com'è noto inizieranno sabato 2 gennaio. L'obiettivo dello screening è quello di interrompere la catena di contagio, scovando gli asintomatici che possono diffondere il contagio.

Lo screening è gratuito e si tratta di un tampone nasofaringeo del tipo “rapido”, in grado cioè di dare un risultato in poco tempo. Sarà necessario portare con sé la tessera sanitaria e un documento di identità valido. Se entro 3 ore dal test non si riceve una telefonata allora vorrà dire che si è sicuramente negativi, altrimenti si dovrà effettuare un tampone molecolare dopo la telefonata ricevuta dall'operatore sanitario.

Ogni comune allestirà delle postazioni dove verranno effettuati i test rapidi. Le località esatte e gli orari saranno pubblicati sul sito web di ogni comune dove i cittadini potranno reperire tutte le informazioni necessarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento