Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Pescara e Chieti le due province italiane con la maggior sofferenza idrica per la siccità

I dati dell'European Drought Observatory mostrano come le due province abruzzesi nel mese di agosto abbiano sofferto la prolungata assenza di piogge e condizioni di caldo estremo prolungato

Pescara e Chieti sono le due province italiane che nel mese di agosto hanno sofferto di più la carenza idrica dovuta alla prolungata siccità e a temperature molto elevate. È quanto emerge in base ai dati dell'European Drought Observatory  (Edo), aggiungendo che gravi problemi sono stati registrati anche nelle Marche e nel Molise ed in generale in tutto il sud arrivando fino al Piemonte, con zone desertificate in Sicilia ed un inaridimento delle coste della Romagna.

Il presidente dell'Anbi Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue Francesco Vincenzi spiega come l'instabilità climatica stia danneggiando prima di tutto l'agricoltura, con un'emergenza ormai diventata cronica che costerà ancora una volta milioni di euro.

"Servono nuovi investimenti, utilizzando anche i fondi del Recovery Plan. Anbi mette 858 progetti definitivi a disposizione del Paese: con un investimento di circa 4 miliardi e 339 milioni si garantirebbero oltre 21.000 posti di lavoro, oltre a migliorare la gestione idrica lungo l'intera Penisola." A "fotografare" le disponibilità d'acqua sui territori italiani è il report dell'osservatorio Angi sulle Risorse Idriche, che segnala come i grandi laghi del nord siano al di sotto dei livelli 2020 e tendano a scendere, ad eccezione del Garda, sotto la media del periodo."

Analizzando la situazione delle regioni, si notano anche importanti differenze fra i territori come nel caso della Valle D'Aosta dove la situazione è sotto controllo a differenza del vicino Piemonte che vive una situazione di scarsa portata idrica dei fiumi.  Piogge estive scarse anche sull'Umbria, mentre nel Lazio la situazione delle risorse idriche è complessivamente nella media (fiume Liri in crescita, Sacco in calo, lago di Bracciano in decrescita fisiologica stagionale); buona è la condizione dei corsi d'acqua della Campania con Liri Garigliano e Sele al record di portata del quinquennio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescara e Chieti le due province italiane con la maggior sofferenza idrica per la siccità

IlPescara è in caricamento