Attualità Silvi marina

La denuncia degli ambientalisti: "Pericoli e manovre azzardate dei parapendii a motore alla torre di Cerrano"

La stazione ornitologica denuncia un vero e proprio "far west" sulle spiagge abruzzesi, anche in aree protette, da parte dei praticanti di questa disciplina

Manovre azzardate, disturbo alla fauna ma anche pericoli per i cittadini. la stazione ornitologica abruzzese onlus denuncia la presenza senza regole di molti praticanti di parapendio a motore sulle spiagge della nostra regione, anche nelle aree protette come nel caso della Torre di Cerrano, dove pochi giorni fa diversi praticanti hanno compiuto manovre spericolate a pochi passi dalle persone presenti in spiaggia, come raccontano i volontari della onlus che erano arrivati nella riserva naturale per monitorare i fratini.

Alle 17:15 sono arrivati da nord due parapendii a motore. Uno volava a quota bassissima sfiorando letteralmente il bagnasciuga. Il tutto con diverse persone sulla spiaggia, bambini compresi. A quel punto, non contento, proprio a pochi metri dalla testa dei presenti, ha fatto una spericolata virata a 180 gradi per tornare indietro.

Sarebbe bastato un errore umano o un malfunzionamento meccanico per causare un incidente che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia.

L'associazione ricorda che il sorvolo delle aree protette è vietato senza autorizzazioni, e comunque non con dei voli di quel tipo, oltre ad essere vietato il disturbo della fauna selvatica in questo momento delicato di riproduzione. Per questo la Soa ha scritto agli enti competenti e al prefetto di Teramo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia degli ambientalisti: "Pericoli e manovre azzardate dei parapendii a motore alla torre di Cerrano"

IlPescara è in caricamento