rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

"Per un istante", autore abruzzese scrive per Iva Zanicchi

Si tratta di Paolo Di Sabatino, che ha firmato la canzone insieme a Giacomo Giacomini curandone anche l'arrangiamento orchestrale: "Per me è davvero un onore", commenta

Il musicista abruzzese Paolo Di Sabatino ha firmato insieme a Giacomo Giacomini una canzone per il nuovo album di Iva Zanicchi "Gargana", pubblicato l'11 febbraio su tutte le piattaforme digitali dalla Luvi Records, con distribuzione Believe Digital. Il brano si intitola "Per un istante" e Di Sabatino, che ne ha curato anche l'arrangiamento orchestrale, commenta: "Per me è davvero un onore". In fase di incisione hanno suonato Luca Colombo alla chitarra, Marco Siniscalco al basso e Glauco Di Sabatino alla batteria.

Nei giorni scorsi Iva Zanicchi ha scelto di festeggiare sessant’anni di carriera tornando in gara al Festival di Sanremo, dove ha presentato "Voglio amarti". A proposito del nuovo disco, "L’Aquila di Ligonchio" dichiara: “Un ringraziamento particolare, voglio rivolgerlo a Daniele Ronda e Sandro Allario che, con grande competenza e professionalità, hanno partecipato al progetto e alla sua realizzazione. Un grazie grande a mia figlia Michela e a Fausto per avere a lungo insistito perché tornassi a realizzare un nuovo progetto discografico, che è un abbraccio affettuoso, a voi tutti, con tutto il mio amore”.

Unica donna a vincere Sanremo tre volte, nel 1967 con "Non pensare a me", nel 1969 con "Zingara" e nel 1974 con "Ciao cara come stai", Iva Zanicchi ha avuto quest'anno dal pubblico dell’Ariston il riconoscimento più bello che un’artista possa desiderare: la standing ovation e quell’applauso che è sembrato non finire, dalla prima all’ultima esibizione, sono una meravigliosa istantanea, un ricordo prezioso da incorniciare. Lì sono racchiusi tutta la gratitudine e l’amore che questa donna straordinaria ha saputo regalare alla nostra musica.

Iva è tornata, con quel graffio blues inconfondibile della sua voce, ad abbracciare idealmente con il nuovo disco, "Gargana", il suo affezionato pubblico. Perché "Gargana"? Presto detto: è un termine del dialetto di Ligonchio, che significa “voce”, l’appellativo che la accompagna da sempre. Oggi, quella bambina dalla voce straordinaria è ancora in lei, rendendone immutato lo sguardo. "Gargana" è un disco dove sono raccolti brani molto diversi tra loro, con sei inediti, tra cui la succitata "Voglio amarti" e sette cover con canzoni del panorama musicale italiano e internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Per un istante", autore abruzzese scrive per Iva Zanicchi

IlPescara è in caricamento