rotate-mobile
Attualità

A Natale 500 pasti alle famiglie meno abbienti della città

L'iniziativa, denominata "Natale ovunque" è possibile grazie alla collaborazione tra l'amministrazione comunale, il consorzio di commercianti Pescara al centro, l’Ipssar “De Cecco” e la protezione civile ValTrigno-Sezione Pescara

La mattina di venerdì 25 dicembre saranno distribuiti 500 pasti alle famiglie meno abbienti di Pescara in segno di solidarietà e vicinanza.
L'iniziativa, denominata "Natale ovunque" è possibile grazie alla collaborazione tra l'amministrazione comunale, il consorzio di commercianti Pescara al centro, l’Ipssar “De Cecco” e la protezione civile ValTrigno-Sezione Pescara. 

«Distribuiremo i pasti», dice l’assessore all’Associazionismo Sociale, Nicoletta Eugenia Di Nisio, «cinquecento pasti completi alle famiglie meno abbienti, per un gesto di vicinanza, di fiducia nelle istituzioni e di speranza per il futuro. Un atto di dignità nei confronti di chi si trova in una situazione di difficoltà in questo Natale sicuramente diverso».

Il presidente del consorzio di commercianti, Marco Canale, nel ricordare che nel proprio statuto c’è un preciso impegno in tal senso, fa sapere di aver accolto con entusiasmo la proposta del Comune per questo impegno di solidarietà, entusiasmo condiviso «dai consorziati, dalle aziende e dagli imprenditori che non hanno fatto mancare il loro sostegno. Una catena di solidarietà davvero sorprendente, non solo per la realizzazione dei pasti, ma anche per la raccolta in pochissimo tempo di generi di prima necessità grazie alle donazioni, a esempio, di diversi pastifici».

La dirigente scolastica Alessandra Di Pietro sottolinea invece l’impegno costante della scuola in iniziative come questa, e che nella giornata di martedì e mercoledì tutte le classi terza e quarta  saranno all’opera nei laboratori per preparare il menu natalizio, affiancati da docenti e personale tecnico che partecipano volontariamente. Per il responsabile della protezione civile, Elvio Piscione, «è giusto dare ed è giusto aiutare in questo particolare momento storico». Il sindaco Carlo Masci ritiene che “Natale ovunque” «sia un ulteriore e significativo segnale che testimonia l’anima solidale di Pescara e dell’amministrazione comunale «che non lascia indietro nessuno».

Le famiglie sono state già individuate in base alla banca dati comunale, le indicazioni della Caritas e dell’associazionismo impegnato ogni giorno in questa branca del sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Natale 500 pasti alle famiglie meno abbienti della città

IlPescara è in caricamento