menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasqualino Canzii venerabile, la notizia sul Bollettino della Santa Sede

Papa Francesco ha promulgato il decreto sul seminarista nato il 6 novembre 1914 e morto a Penne il 24 gennaio 1930. Soddisfatta la diocesi di Pescara-Penne «perché un altro giovane della nostra terra viene riconosciuto dalla Chiesa come modello significativo»

Pasqualino Canzii venerabile, la notizia è apparsa sul Bollettino della Santa Sede. Papa Francesco ha promulgato il decreto della congregazione dei santi sul seminarista nato il 6 novembre 1914 e morto di tubercolosi a Penne il 24 gennaio 1930, a soli 15 anni.

Soddisfatta la diocesi di Pescara-Penne «perché un altro giovane della nostra terra viene riconosciuto dalla Chiesa come modello significativo, come un punto di riferimento di una fede vissuta nella normalità – spiega l'arcivescovo Tommaso Valentinetti – Pasquale Canzii, detto Pasqualino, ha assecondato l'azione dello Spirito e ha incarnato la sua esperienza di Dio nelle piccole cose, vivendo una santità senza fragore, nel quotidiano, nell’impegno ordinario».

Ieri Valentinetti ha raggiunto la parrocchia di Bisenti, paese di cui Canzii era originario, per una celebrazione a lui dedicata. Pasqualino si formò nel seminario diocesano di Penne, dove iniziò il suo percorso di formazione a 12 anni, il 14 ottobre 1926, vestendo l'abito talare: «Giorno dopo giorno – continua monsignor Valentinetti – si rese testimone tra i compagni di corso per il suo impegno nelle studio e, soprattutto, per l’innato spirito di carità e devozione. Tutti potevano vedere nel suo sguardo lo specchio dell’animo limpido: nulla di vistoso, ma cura e attenzione nel fare le cose ordinarie, con amore fedele a Dio, alla Chiesa e al prossimo, anche quando la malattia prese il sopravvento nella sua vita». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento