rotate-mobile
Attualità

Parruti sugli ultimi decessi da Covid: "Persone non vaccinate o senza terza dose e anziani con patologie"

Il direttore dell'unità operativa complessa di Malattie Infettive dell'ospedale di Pescara, Giustino Parruti, segnala anche come la tendenza dei nuovi casi di positività sia stabile

«La tendenza dei positivi al Covid-19 è costante a Pescara ma i posti letto ci sono. Ma si allunga la lista dei decessi».
È quanto dice Giustino Parruti, direttore dell'Uoc di Malattie Infettive dell'ospedale "Santo Spirito" all'Adnkronos, sottolineando anche come si allunghi la lista dei decessi.

«Possiamo dire che la situazione è discreta. Il trend dei positivi pare essere stazionario e i posti letto, anche in Intensiva, per accogliere i pazienti ci sono», dice Parruti, «i ricoverati sono soprattutto i non vaccinati».

Ma i decessi in Abruzzo continuano a essere tanti, si è superata quota 2.700, e in alcuni giorni si è arrivati anche a 7-8 vittime quotidiane. «Ci sono decessi tra i non vaccinati», spiega Parruti, «come appena successo per una donna di 50 anni, ma anche tra i vaccinati con una o due dosi inoculate da oltre cinque mesi. Muoiono pure anziani con tre dosi e con patologie pregresse».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parruti sugli ultimi decessi da Covid: "Persone non vaccinate o senza terza dose e anziani con patologie"

IlPescara è in caricamento