rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, i medici in trincea Frattari e Parruti dell'ospedale di Pescara su La7: "Meno preoccupati rispetto a 10 giorni fa"

Frattari e Parruti non sono colleghi di lavoro ma anche una coppia nella vita e insieme stanno affrontando questa emergenza contagio da Covid-19 (Coronavirus)

Antonella Frattari e Giustino Parruti, rispettivamente responsabile del reparto di Rianimazione e dell'Uoc (unità operativa complessa) di Malattie Infettive dell'ospedale di Pescara sono stati ospiti di Tagadà, la trasmissione pomeridiana su La7.
Frattari e Parruti non sono colleghi di lavoro ma anche una coppia nella vita e insieme stanno affrontando questa emergenza contagio da Covid-19 (Coronavirus). 

Parruti, che fa parte anche della task force regionale, ha spiegato concretamente quali siano le attività messe in atto dalla rete ospedaliera alla moltiplicazione dei casi, passati in meno di un mese da 1 a più di mille. 

La Frattari invece ha sottolineato anche gli sforzi messi in atto per ricavare nuovi posti di Rianimazione e Terapia Intensiva allo scopo di accogliere tutti i malati colpiti dal virus, con il trasloco di un intero reparto. Si è passati così da 9 posti di Rianimazione a 22+ 8. Ma questi posti non bastano ancora e la Frattari ha spiegato come siano continui i trasferimenti di pazienti in altre strutture. 
Parruti invece si dice meno preoccupato rispetto a 10 giorni fa: «È stato quasi incredibile quello che abbiamo messo in piedi, sono grato a tutti i colleghi che hanno operato senza limitazioni. Riusciamo ad assistere in modo adeguato 150 persone in terapia sub intensiva. Siamo però a saturazione, servono altri posti, almeno altri 50 posti di degenza ordinaria e 25 di terapia intensiva. Dovremo trovare altro personale».

Di seguito le parole dei due medici pescaresi nell'intervista rilasciata a La7:

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i medici in trincea Frattari e Parruti dell'ospedale di Pescara su La7: "Meno preoccupati rispetto a 10 giorni fa"

IlPescara è in caricamento