Attualità Ospedale / Via Rigopiano

Parco dello Sport, finita la bonifica bellica iniziano i lavori

Terminate le operazioni di bonifica da alcuni residui bellici, l'area in via Rigopiano può ora ospitare il cantiere che permetterà di realizzare il parco comunale in collaborazione con il Coni

Sono stati affidati ufficialmente il 27 novembre scorso i lavori per la realizzazione del Parco dello Sport in via Rigopiano. Dopo la conclusione dei lavori per la bonifica bellica dei terreni, ora inizia la fase operativa che porterà al completamento del primo lotto entro il 6 marzo 2019 e successivamente l'avvio del secondo lotto.

Presenti sul posto il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici e Parchi Antonio Blasioli, il progettista Alfredo Di Pierdomenico, il responsabile del Servizio Verde Mario Caudullo, l’ex assessore al Verde laura Di Pietro, che ha avviato l’iter, i consiglieri comunali Piero Giampietro ed Emilio Longhi.

Il primo cittadino si è detto soddisfatto dell'avvio concreto dei lavori per un'area verde attesa da tutto il quartiere:

"Si tratta di un risultato importante e sono contento di presentare il progetto con Antonio Blasioli che ha lavorato perché potesse divenire realtà, grazie al dialogo con il Coni che è partner del progetto e con le istituzioni che hanno reso possibile l’acquisizione dell’area. Queste sono le cose che nobilitano l’agire pubblico: il parco verrà realizzato e dà stimoli, forza ed energia che fanno bene alla città e all’Amministrazione"

Progetto Parco dello Sport Pescara

Il vicesindaco ha ricordato che il progetto è stato finanziato dal Coni con le risorse del Governo Renzi per lo sport e le periferie, e sarà di complessivi 8.012 metri quadri, di cui 7.642 dedicati al partco tematico per lo sport, per renderlo un luogo di aggregazione sociale.

"Il parco ha una piazzola di 69mq con sedute intorno, che può divenire anche un piccolo anfiteatro dove fare piccoli eventi; gli spazi saranno dotati di percorsi vita per fare sport; realizzeremo anche il marciapiede su via Rigopiano che ad oggi manca; 3 ingressi al parco, uno su via Rigopiano e uno su via Passolanciano e un ulteriore ingresso su via Rigopiano per l’area di sgambettamento, che è fatta a forma di L, in modo da garantire a più razze di cani di essere presenti.

Non solo, realizzeremo anche un pozzo di 30 metri per dare l’acqua in modo che l’area possa autoalimentarsi, prevedendo anche un impianto di irrigazione a pioggia ed aspersione; sarà dotata di illuminazione a led e verrà realizzata anche una recinzione che copriremo con una siepe perché arricchiremo il parco anche di piante.

Nel secondo lotto è previsto il campo da calcetto, una pista, spogliatoi e un chiosco; sarà un parco senza barriere e con un ingresso abbastanza grande per permettere ai mezzi di soccorso di entrare. Quanto al verde: saranno ripiantumati 81 alberi, scelti fra le specie per lo più autoctone che assorbono l’inquinamento."

Blasioli ha ricordato che a breve verranno completati anche i lavori per la nuova caserma dei carabinieri con alloggi annessi, che dunque darà un'ulteriore valore di sicurezza alla zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco dello Sport, finita la bonifica bellica iniziano i lavori
IlPescara è in caricamento