Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità

Parcheggi strada parco, gli ambientalisti all'attacco: "Vogliono azzerare l'unico corridoio verde"

I comitati cittadini protestano per la decisione della giunta di istituire i parcheggi estivi lungo la strada parco: "Masci vuole togliere l'unico corridoio verde della Nuova Pescara"

Azzerare la strada parco come unico corridoio verde della Nuova Pescara. Attaccano il sindaco e la giunta di centrodestra i comitati cittadini in merito alla decisione di riattivare i parcheggi estivi lungo l'ex tracciato ferroviario, sottolineando come la realizzazione delle strisce pedonali sia di fatto un atto che sancisce l'apertura anche indiscriminata della strada parco alle auto.

Secondo gli ambientalisti, ad aggravare la decisione anche la scelta del sindaco di Montesilvano De Martinis di allinearsi con quanto fatto a Pescara, un segnale giudicato grave:

Una scelta rischiosa, al cospetto di un asse viario ciclo pedonale in pessime condizioni d’uso nel tratto pescarese, come testimoniano le immagini allegate, mai omologato al traffico veicolare, che mette persino a repentaglio l’incolumità dell’utenza debole e degli stessi automobilisti. Peraltro, nelle prime giornate di lunedì 15 e martedì 16 corrente, aperte al parcheggio continuativo che cesserà il prossimo 25 agosto, è mancata la sorveglianza del personale addetto alla riscossione del ticket, per cui le auto hanno avuto libera facoltà di accesso e transito sulla Strada Parco incustodita.

Secondo i comitati, si tratta di un segnale angosciante e di poca consapevolezza dei rischi connessi, bocciando di fatto l'inizio di consiliatura del sindaco Masci e della maggioranza di centrodestra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi strada parco, gli ambientalisti all'attacco: "Vogliono azzerare l'unico corridoio verde"
IlPescara è in caricamento