rotate-mobile
Attualità

L’ospedale di Pescara al primo posto per ricoveri di angioplastica coronarica in Abruzzo

I centri in linea con lo standard minimo di 250 interventi annui per l'angioplastica coronarica in 6 anni sono aumentati

Dal 2012 al 2018 è stata osservata una riduzione significativa della mortalità media a 30 giorni dal ricovero per Imainfarto miocardico acuto. L’ospedale di Pescara guadagna il primo posto, tra le strutture sanitarie abruzzesi, per numero di interventi di angioplastica coronarica.

Dei 351 ospedali pubblici o privati accreditati che in Italia effettuano almeno 10 interventi annui, 206 (il 58,8%) rispettano il valore minimo di riferimento di 250 interventi annui fissato dalle autorità ministeriali per l’angioplastica coronarica: 110 sono situati al nord (53,4%), 42 al centro (20,4%) e 54 al sud (26,2%). (La percentuale, però, si abbassa al 49,2% se si tiene conto di tutte le 418 strutture che eseguono questo intervento). In queste strutture nel 2018 sono stati eseguiti l’88,4% (109.609) degli interventi totali (123.935) contro l’86,5% del 2012.

I centri in linea con lo standard minimo di 250 interventi annui per l'angioplastica coronarica in 6 anni sono aumentati: da 183 (pari al 55,1%) nel 2012 sono passati a 206 (pari al 58,8%) nel 2018.ù

L’ospedale Santo Spirito di Pescara ha effettuato 688 interventi chirurgici di angioplastica coronarica.

Per quanto riguarda il posizionamento per ricoveri per infarto miocardico acuto, la struttura ospedaliera pescarese si colloca al secondo posto, dopo quella di Chieti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ospedale di Pescara al primo posto per ricoveri di angioplastica coronarica in Abruzzo

IlPescara è in caricamento