Attualità

L'impresa Edilfrair contesta l'appalto della Regione per l'ospedale Covid di Pescara

L'impresa ha inviato una nota alla commissione di gara insediata all’Agenzia Regionale di Informatica e Committenza per la realizzazione del “Progetto Covid Hospital” di Pescara, con la quale ha chiesto chiarimenti in esito all’affidamento dell’opera alla Omnia Servitia Srl

La Edilfrair Costruzioni Generali Spa contesta l'appalto della Regione Abruzzo con il quale sono stati affidati i lavori di realizzazione dell'ospedale Covid di Pescara.
L'impresa ha inviato una nota alla commissione di gara insediata all’Agenzia Regionale di Informatica e Committenza per la realizzazione del “Progetto Covid Hospital” di Pescara, con la quale ha chiesto chiarimenti in esito all’affidamento dell’opera alla Omnia Servitia Srl.

Viene chiesta la verifica della documentazione presentata, delle relative procedure adottate e, in ulteriore dettaglio, sul merito delle modalità di espletamento della gara. Dunque a soli 3 giorni dall'avvio del cantiere montano già diverse polemiche alle quali, con molta probabilità risponderà oggi pomeriggio, mercoledì 22 aprile, lo stesso presidente della giunta regionale, Marco Marsilio.

I lavori dell'appalto da 11 milioni di euro sono stati affidati con una procedura rapidissima alla Omnia Servitia, seconda classificata è la Edilfrair Costruzioni Generali Spa.

Chiarimenti vengono anche chiesti per quella che viene ritenuta dalla Edilfrair "l’illegittima", e "strumentale" richiesta di integrazioni all'offerta, a solo due ore dal termine ultimo della gara, da parte del rup, Luigi Lauriola, ingegnere della Asl di Pescara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'impresa Edilfrair contesta l'appalto della Regione per l'ospedale Covid di Pescara

IlPescara è in caricamento