Attualità

Tantissimi a San Benedetto dei Marsi per la manifestazione degli animalisti in ricordo dell'orsa Amarena [FOTO]

L'associazione traccia il bilancio della protesta tenutasi nel pomeriggio di domenica 10 settembre nel comune aquilano: oltre duemila i partecipanti riferiscono. Una manifestazione di solidarietà e di condanna, ma anche per chiedere un nuovo senso di responsabilità in primis alle istituzioni, perché vi possa essere una reale convivenza tra uomini e fauna selvatica

In tanti  alla manifestazione di San Benedetto dei Marsi organizzata per ricordare l'orsa Amarena e svoltasi nel pomeriggio di domenica 10 settembre. Un successo bis dopo quello registrato in mattinata a Pescina: anche qui, fanno sapere gli organizzatori e cioè l'Associazione nazionale animalisti e il Partito animalista europeo, oltre duemila persone hanno sfilato per la città. Non sarebbero mancati momenti di tensione secondo quanto riferito dato che, fanno sapere gli animalisti, alcuni allevatori avrebbero disturbato l'evento lanciando petardi tanto che i manifestanti sarebbero stati scortati dalla polizia fino alla fine dell'evento. 
Una protesta di portata nazionale che ha portato persone da tutta Italia proprio nel posto dove mamma orsa è stata uccisa con un solo colpo di fucile la sera del 31 agosto e sulla cui ricostruzione dei fatti si attende ora il risultato dell'esame balistico. Due manifestazioni, ma un unico obiettivo: far sì che la fauna selvatica sia più tutelata e che si applichino pene più severe verso chi la minaccia. Al termine dell'evento la promessa di tornare  l'anno prossimo e inaugurare una statua che ricordi l'orsa diventata il simbolo di una battaglia di civiltà per la giusta convivenza tra uomini e animali. 

Orsa Amarena, la manifestazione degli animalisti per ricordarla (San Benedetto dei Marsi)

m
Gli Animalisti italiani hanno ornato le loro bandiere con un nastro nero in segno di lutto ed esposto cartelli di protesta. Al termine del corteo alcuni attivisti guidati dal presidente Walter Caporale hanno acceso dei fumogeni di colore rosso, a simboleggiare il sangue degli animali che vengono uccisi o maltrattati. 
“L’uccisione dell’orsa Amarena è un atto di bracconaggio che ha scioccato non solo la comunità locale ma anche l’intero Paese. Tuttavia, questa tragedia è anche il risultato di un’azione sistematica di disinformazione che coinvolge la convivenza tra l’uomo e i grandi carnivori – dichiara Caporale -. In questo momento cruciale, è fondamentale che la società si unisca per chiedere pene più severe per coloro che commettono crimini contro gli animali”.
Punire i colpevoli sì, ma è necessario anche “ le responsabilità di coloro che, all’interno di vari settori, contribuiscono ad alimentare sentimenti di paura e promuovono l’uso del fucile come unica soluzione – aggiunge -. Questa preoccupante tendenza è ancora evidente in Trentino, dove il presidente Fugatti ha irresponsabilmente decretato la condanna a morte dell’orsa F36, già radiocollarata. In risposta, Animalisti Italiani presenterà un ricorso legale per fermare questa illogica decisione”.
“L’anno prossimo vogliamo tornare qui per inaugurare una statua in memoria di Amarena. Mentre ricordiamo Amarena come simbolo dell’importanza della biodiversità, manifestiamo anche per ribadire l’urgente necessità di proteggere il nostro straordinario patrimonio naturale. - concludono gli organizzatori -. Dobbiamo impegnarci a promuovere una convivenza pacifica tra l’uomo e la fauna selvatica, adottando politiche che preservino l’equilibrio ecologico e sensibilizzino la società sulla bellezza e l’importanza della natura.
Oltre alle associazioni a San Benedetto dei Marsi erano presenti diversi politici com eil segretario nazionale del Partito di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo, i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Giorgio Fedele e Barbara Stella, e Maurizio Leonardi Lombardi responsabile nazionale Tutela e benessere degli animali del partito Rinascimento di Vittorio Sgarbi. S
In questa giornata di unità e solidarietà, ci uniamo per onorare la memoria di Amarena e per combattere insieme per un futuro in cui l’amore e il rispetto per gli animali guidino le nostre azioni.
Se la manifestazione è stata dunque molto partecipata per gli Animalisti italiani resta incomprensibile l'assenza di rappresentanti del governo regionale e del sindaco di San Bendetto dei Marsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tantissimi a San Benedetto dei Marsi per la manifestazione degli animalisti in ricordo dell'orsa Amarena [FOTO]
IlPescara è in caricamento