rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Nel 2021 ventisette organi trapiantati dall'equipe medica della Asl di Pescara

Il coordinamento locale della Asl di Pescara ha diffuso i dati relativi ai trapianti di organi eseguiti lo scorso anno

Dopo il calo dovuto alla pandemia, registrato soprattutto nel 2020, nel 2021 riprende a pieno ritmo l'attività dei trapianti di organi e tessuti nella Asl di Pescara. Lo ha reso noto la stessa azienda sanitaria che ha diffuso i dati del lavoro svolto dal coordinamento locale sotto la responsabilità di Alessandro Patarchi, nell’ambito dell’Unità operativa complessa (Uoc) di Terapia Intensiva, Anestesiologia e Terapia del Dolore diretta da Rosamaria Zocaro. I dati a livello globale e nazionale hanno mostrato un calo dovuto al rallentamento delle attività ordinarie nelle strutture sanitarie in tutto il mondo per il 2020, dovuto proprio alle restrizioni per la pandemia, ma già lo scorso anno c'è stato un ritorno praticamente ai livelli pre pandemici.

Proprio la Asl di Pescara, a livello regionale, conserva un ruolo di primo piano, e grazie alla generosità di tante famiglie che, nel momento più tragico ossia la perdita di una persona cara, hanno trovato la forza di compiere un gesto d’amore. Venti le osservazioni di morte con criteri neurologici nel 2021, con 8 donatori multiorgano e 12 opposizioni alla donazione.

In totale, sono stati 27 gli organi effettivamente trapiantati, sia a livello regionale che extra regione. La Asl ha aggiunto:

"Tali importanti risultati sono stati possibili mediante la collaborazione di tutte le figure professionali coinvolte dell’ospedale, nei vari step del processo di donazione, in un delicato percorso clinico coordinato a livello locale, regionale e nazionale. Ad oggi le possibilità di esprimere in vita il proprio consenso alla donazione degli organi sono numerose: oltre agli uffici anagrafe dei Comuni attivi con la Carta
d’Identità Elettronica (Cie), è possibile dare il proprio consenso attraverso l’iscrizione all’Aido, la compilazione del “tesserino blu” del Ministero della Salute o del tesserino del Centro nazionale trapianti (CNT), la sottoscrizione della “donor card” di una delle associazioni di settore."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2021 ventisette organi trapiantati dall'equipe medica della Asl di Pescara

IlPescara è in caricamento