Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

L'ordine degli psicologi abruzzesi sull'omicidio Luciani: "Serve un intervento strutturale nella società"

Il presidente dell'ordine degli psicologi e delle psicologhe d'Abruzzo Enrico Perilli interviene in merito all'omicidio di Thomas Luciani e alle problematiche delle nuove generazioni

Anche l'ordine delle psicologhe e degli psicologi d'Abruzzo, con il presidente Enrico Perilli, interviene in merito all'omicidio di Cristopher Thomas Luciani, con alcune riflessioni riguardanti la nostra società e i modelli educativi forniti alle nuove generazioni.

"I recenti avvenimenti di Pescara dimostrano quanto la violenza sia ormai radicata nella nostra società, liquida e priva di strutture solide. Non si tratta di un problema legato esclusivamente alle condizioni economiche; infatti, episodi di violenza, come quello in questione, coinvolgono fasce sociali non necessariamente in condizioni di disagio materiale. Questo fenomeno richiede una necessaria analisi psicosociale per comprendere come sta cambiando la nostra società e per affrontare la diffusione massiva e senza confini delle sostanze psicotrope, in particolare della cocaina, il cui consumo è ormai universale e prescinde da età e reddito. I dati richiamano l’attenzione: l’età del primo consumo di queste sostanze si sta abbassando.

Due anni fa, la regione Abruzzo aveva compreso questa urgenza, varando due leggi fondamentali: una per l’istituzione dello psicologo di base e l’altra per l’istituzione dello psicologo scolastico. Mentre per lo psicologo di base, seppur lentamente, si sta procedendo, la legge sullo psicologo scolastico, approvata il 17 agosto 2023, non è ancora stata applicata. Questa figura di supporto per docenti, studenti e famiglie svolge un ruolo cruciale
nell'intercettare forme di disagio e violenza, contribuendo a rafforzare il tessuto sociale per prevenire tragici eventi come quello a cui abbiamo assistito."

Perilli evidenzia come la figura dello psicologo scolastico lavori in rete con altri servizi simili come i Centri di salute mentale e i Servizi per le dipendenze patologiche (SerD)

"Chiediamo da due anni un potenziamento, ampliando il numero di psicologi e psicologhe che possano lavorare stabilmente. Come ordine, abbiamo lanciato un appello alle università affinché aggiornino la formazione dei professionisti della salute mentale per affrontare le nuove forme psicopatologiche. Con il nostro operato, ci impegniamo a sostenere e promuovere questo adeguamento formativo e professionale. In conclusione, rivolgiamo un appello alla Regione, alle asl e agli enti locali affinché completino l’applicazione delle leggi sopra citate, dotando finalmente le scuole della figura dello psicologo scolastico e potenziando i servizi necessari. Solo così disagio, violenza e sofferenza psicologica potranno essere affrontati efficacemente, per il benessere individuale e collettivo. L'ordine delle psicologhe e degli psicologi d'Abruzzo resta a disposizione per collaborare con tutte le istituzioni coinvolte, al fine di promuovere la creazione di servizi psicologici più accessibili e strutturati. "

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ordine degli psicologi abruzzesi sull'omicidio Luciani: "Serve un intervento strutturale nella società"
IlPescara è in caricamento