Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Ordinanza per il divieto di utilizzo improprio e per la razionalizzazione del consumo dell'acqua potabile

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, visto il perdurare della carenza idrica firma un'ordinanza che vieta l'uso di acqua potabile per specifiche attività

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, dopo aver ricevuto dall'Aca una nota con la quale viene comunicato un sensibile abbassamento dei livelli idrici che ha interessato le fonti di approvvigionamento idrico, ha firmato un ordinanza per il divieto di utilizzo improprio e per la razionalizzazione del consumo dell'acqua potabile.
Il provvedimento limita l’utilizzo di acqua potabile agli stretti bisogni igienico-sanitari e domestici volta ad assicurare efficaci misure di risparmio idrico.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Questo quanto ordina il primo cittadino pescarese: «Per tutte le utenze domestiche il divieto di utilizzo su tutto il territorio del comune di Pescara dell’acqua prelevata dall’acquedotto comunale per i seguenti usi non primari: lavaggio di aree cortili zie e piazzali, riempimento piscine a uso privato, irrigazione orti e giardini, lavaggio domestico di automezzi e spazi esterni, ogni altro utilizzo estraneo alle norme del contratto di erogazione per le forniture a uso domestico; per tutte le utenze diverse dall’uso domestico la limitazione dei consumi dell’acqua prelevata dall’acquedotto comunale alle strette necessità per le quali è stato concesso l’allacciamento al pubblico acquedotto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordinanza per il divieto di utilizzo improprio e per la razionalizzazione del consumo dell'acqua potabile
IlPescara è in caricamento