rotate-mobile
Martedì, 28 Novembre 2023
Attualità

Con la crisi estorsione e usura rischiano l'escalation: l'opuscolo della prefettura per "Non farti rovinare"

Il momento storico è difficile e con la forte crisi determinata dall'inflazione si rischia di diventarne vittima: di qui la realizzazione del progetto che ha coinvolto enti e forze dell'ordine per fare prevenzione, ma anche fornire tutti gli strumenti utili per uscirne

“Non farti rovinare” dall'usura e dall'estorsione. Rischiare di diventarne vittima o esserne vittima non vuol dire non avere una via d'uscita ed è proprio per questo che la prefettura di Pescara ha voluto realizzare un opuscolo informativo su un fenomeno che, in tempo di crisi, rischia di diventare sempre più diffuso. Un opuscolo che sarà distribuito su tutto il territorio della provincia di Pescara che è stato realizzato con tutti i componenti dell'Osservatorio permanente e in particolare con il supporto della procura e il tribunale di Pescara, delle forze dell'ordine, della banca d'Italia, dell'Abi della camera di commercio Chieti-Pescar, delle istituzioni locale, delle principali banche del territorio, degli ordini professionali, delle associazioni imprenditoriale e consumeristiche di categoria, delle associazioni e fondazioni antiusura e antiracket oltre che dei consorzi e delle cooperative di garanzia Fidi.

Nell'opuscolo non solo si spiega bene cosa siano usura ed estorsione, ma soprattutto si danno indicazioni su quali sono gli strumenti di tutela che già esistono per sostenere le vittime, oltre al come queste si possono attivare e i recapiti per sapere a chi rivolgersi in caso di bisogno. Un aiuto concreto, ma anche un modo per far sentire la presenza dello Stato in un momento in cui, come detto, usura ed estorsione rischiano di espandersi a causa delle difficoltà economiche che il carovita ha determinato.

Il prefetto Giancarlo Di Vincenzo che presto lascerà Pescara per continuare il suo lavoro a L'Aquila, ringrazia tutti gli enti e le autorità che hanno collaborato al progetto consentendo di realizzare uno strumento di prevenzione e contrasto ai fenomeni criminali.

Particolare attenzione, assicura, continuerà a essere dedicata al monitoraggio e all’analisi dei dati che emergeranno dalle denunce e dalle richieste di aiuto alle autorità competenti, al fine di indirizzare nuove strategie che possano favorire una sempre più efficace risposta dello Stato all’esigenza di tutela della libertà di autodeterminazione dei singoli cittadini e dell’economia legale nel suo complesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la crisi estorsione e usura rischiano l'escalation: l'opuscolo della prefettura per "Non farti rovinare"

IlPescara è in caricamento