rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità Pineta Dannunziana

Odoardi (Rifiuti zero Abruzzo) sul water lasciato nella riserva dannunziana: "Un simbolo dell'inciviltà inaccettabile"

Giancarlo Odoardi di Rifiuti zero Abruzzo denuncia la presenza da diversi giorni di un grosso vaso per servizi igienici abbandonato davanti alla nazionale adriatica nel tratto che attraversa la pineta dannunziana

Giancarlo Odoardi, di "Rifiuti zero Abruzzo", segnala una situazione di degrado al margine della pineta dannunziana, in corrispondenza del tratto della nazionale adriatica sud che attraversa la riserva:

"Premesso che la colpa assoluta e primaria dell’abbandono di un water lungo la nazionale adriatica che attraversa la riserva dannunziana è dell'autore dell’irresponsabile gesto, dopo la segnalazione di diversi giorni fa mi aspettavo un intervento di rimozione più tempestivo da parte di Ambiente, sempre efficiente nel rispondere alle sollecitazioni da parte dei cittadini. Ma evidentemente questa volta l’azienda deve essere presa da altro. E allora mi soffermo di nuovo su questa incresciosa situazione per il segnale di trascuratezza e di abbandono che trasmette e che non si addice ad un’area protetta, ma neanche a quasisasi altra area urbana, se non deputata.
Quello che in effetti sta accadendo è il contrario di ciò che ci si sarebbe dovuto attendere, ma forse anche perseguire e sostenere nel tempo: ovvero che fosse la Riserva a contaminare il suo intorno, estendendo la sua dinamica evolutiva al di fuori dei suoi confini amministrativi e che nello spazio di espansione ne venissero agevolati i preziosi servizi ecosistemici."

Secondo Odoardi, invece, sta accadendo l'opposto di quello che si poteva sperare, ovvero che l'area protetta inizia ad essere contaminata dalla presenza antropica cittadina, soprattutto in senso negativo:

"L’immagine del “vaso” abbandonato ai margini del bosco, che tra l’altro, dopo l’invasione stradale del Pendolo e l’incendio, dà segni di stanchezza e di cedimento, rattrista molto e sembra restituire una immagine di sconfitta, a partire dal piano di inciviltà di chi si è reso colpevole dell’abbandono doloso del sanitario, a cui evidentemente il messaggio della presenza della riserva dannunziana non è arrivato. Come forse a tanti altri. E dopo oltre venti anni dalla sua istituzione tutto ciò è inconcepibile"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odoardi (Rifiuti zero Abruzzo) sul water lasciato nella riserva dannunziana: "Un simbolo dell'inciviltà inaccettabile"

IlPescara è in caricamento