rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità

Odoardi (Fiab) sui pini lungo la statale 16 fra Pescara e Francavilla: "Vanno tutelati da possibili abbattimenti" [FOTO]

Il coordinatore interregionale Abruzzo Molise della Fiab propone una riflessione sulla serie di pini che si trovano lungo la statale 16 nella zona sud di Pescara, al confine con Francavilla al mare

Tutelare e conoscere la storia dei pini rimasti lungo il confine fra Pescara e Francavilla al Mare, nella zona sud della statale 16. A lanciare una riflessione su quegli alberi è Giancarlo Odoardi, coordinatore interregionale della Fiab Abruzzo Molise che transitando nella zona in bicicletta ha notato la presenza dei pini, in direzione nord, mentre in direzione sud vi sono solo platani.

"Sarebbe interessante conoscere la storia di questa alberata, anche per capire quanto l'urbanizzazione, che rimanda ovviamente a scelte di uffici comunali, di tecnici, di persone quindi, abbia determinato, seppur indirettamente, il diradamento del sesto d'impianto che, dai rimasugli dei filari, doveva essere di 10 metri. Su una distanza di circa 350, fatti i dovuti calcoli, lì dovevano esserci 70 pini: ne sono rimasti 5 lato mare e 5 lato monte! E gli altri 60 che fine hanno fatto? La domanda è retorica, ovviamente, ipotizzando, ma neanche tanto, che siano stati abbattuti per fare spazio ad altro, o perché diventati pericolosi, vista la mole e il precario radicamento a terra. L'ultimo è venuto giù, e poi rimosso, nel gennaio di quest'anno, e credo che anche gli altri abbiano subito la stessa identica sorte."

Secondo Odoardi, occorre una seria ed attenta politica di gestione degli alberi stradali, tutelandoli anche e soprattutto nella loro storia:

"Non so quanto esista al riguardo un elenco, un catalogo, un archivio, né un protocollo di caratterizzazione, di tutela o di manutenzione dei singoli individui o del loro insieme. Sicuramente esisterà un monitoraggio che consente di definire gli interventi di tutela e di valorizzazione, ma anche di sostituzione o ripristino, ma che qui evidentemente è mancato e continua a mancare. Non sarebbe sbagliato predisporre anche un piano di comunicazione per informare la cittadinanza della storia e dell'evoluzione di questa importante componente naturale urbana."

Per questo, conclude Odoardi, sarebbe interessante avviare iniziative informative e di racconto di come la città cambia nel tempo, anche per fornire maggiore consapevolezza ai cittadini ed agli amministratori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odoardi (Fiab) sui pini lungo la statale 16 fra Pescara e Francavilla: "Vanno tutelati da possibili abbattimenti" [FOTO]

IlPescara è in caricamento