rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità

Nuovo mercatino etnico, il sindaco: "L'illegalità c'era prima, ora regole e controlli"

Il sindaco Alessandrini interviene in merito alla protesta avviata questa mattina dal centrodestra cittadino assieme ad alcuni commercianti e cittadini contro il mercatino etnico nel tunnel della stazione

Il mercatino etnico nel tunnel della stazione non è illegale ed anzi, si tratta di un atto concreto che elimina l'illegalità che ha contraddistinto la zona dell'area di risulta per oltre 20 anni. E' la secca replica del sindaco Alessandrini alle proteste di questa mattina durante il sit - in contro l'avvio dei lavori per realizzare il mercatino per un costo di 250 mila euro.

MERCATINO, SIT - IN DI PROTESTA DAVANTI AL CANTIERE

Il primo cittadini evidenzia come adesso ci saranno controlli costanti e tutti dovranno rispettare le regole:

"Questo, in relazione ad un’esigenza di inclusione legata ad un mercato che sarà regolato, controllato e aperto a tutte le nazionalità, senza distinzione di razza, sesso e religione, convinti come siamo che di questi tempi e per lavorare davvero per un futuro migliore, sia sempre meglio fare ponti che innalzare muri.

Facciamo tutto questo perché non si ripetano altri 20 anni di abusi visibili e saremo implacabili per il rispetto delle norme perché i diritti di tutti siano rispettati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo mercatino etnico, il sindaco: "L'illegalità c'era prima, ora regole e controlli"

IlPescara è in caricamento