rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

I no green pass annunciano 2 giorni di manifestazioni nelle piazze pescaresi: "Inizieranno nuove forme estreme di protesta"

Gli aderenti al comitato contrario alla certificazione verde scenderanno in piazza sia domani, venerdì 12, che sabato 13 novembre. Saranno tra piazza Italia e piazza della Rinascita (Salotto)

Due giorni di proteste a Pescara con il comitato No green pass-Non toccate i minori che annuncia manifestazioni per domani (venerdì 12) in piazza Italia e piazza della Rinascita (piazza Salotto) e per dopodomani (sabato 13) in piazza Italia.
Domani, dalle 11 alle 13 in piazza Italia è previsto un incontro con la stampa.

Mentre nel pomeriggio ci sarà l'incontro in piazza della Rinascita con il giornalista d'inchiesta Francesco Amodeo dalle ore 19 alle 21. Sabato invece è in programma uno sciopero dalle 9 alle 20 in piazza Italia.

Dunque si inasprisce la protesta contro il green pass e la vaccinazione minorile. «Particolarmente significativa e vibrante sarà la protesta di venerdì mattina in piazza Italia a Pescara», annunciano dal comitato No Green Pass, «seguita a ruota dalla manifestazione, a in piazza della Rinascita dalle 19 alle 21, con la presenza di Francesco Amodeo, giornalista d’inchiesta famoso nel mondo per avere svelato retroscena inquietanti sul coronavirus e sulla nuova guerra fredda Usa vs.Cina». 

Questo quanto dichiara Nico Liberati, portavoce del movimento nogreenpass nontoccateiminori Abruzzo. «Oramai, tutto il mondo resta esterrefatto e segue con apprensione le vicende italiane, e la protesta che monta irrevocabile verso la campagna vaccinale minorile e contro quello strumento di macelleria sociale che è il green pass: rischiando di dilagare in un dissenso ben più ampio capace di coinvolgere,  come già sta accadendo, sopratutto  molti vaccinati. Mentre la propaganda governativa è sempre più goffa, nervosa e violenta, man mano che ci si rende conto della difficoltà a chiuder in un perimetro di luoghi comuni il dissenso, la protesta invece di spegnersi attraverso la stretta sulle manifestazioni rischia di crescere oltremodo. È infatti orami chiaro che le misure repressive e gli irresponsabili e reiterati richiami e inviti alla vaccinazione dei bambini,  alimentano le piazze dei no green pass che stanno moltiplicandosi e ancora si moltiplicheranno nel numero e nel consenso. Mettetevi il cuore in pace: nessuno commetterà l’errore che molti auspicano e con le provocazioni vorrebbero farci commettere. Noi resisteremo senza ribellarci apertamente a nessuna di queste leggi liberticide e anzi pretenderemo la loro applicazione piena e rigorosa perché sia chiaro a tutti la loro inutilizzabilità in campo sanitario e i loro intenti persecutori».

Liberati poi conclude così: «Verranno illustrate nuove forme di protesta estrema che inizieranno nella giornata di lunedì senza incappare nei recenti divieti statuiti nelle recenti disposizioni ministeriali: proprio tra la prefettura e l'amministrazione comunale, in piazza Italia, ribadiremo la nostra presenza e la denuncia e aumenteremo la nostra forza, pubblicando i gravi fatti ed i crimini che si stanno consumando a danno dei nostri figli».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I no green pass annunciano 2 giorni di manifestazioni nelle piazze pescaresi: "Inizieranno nuove forme estreme di protesta"

IlPescara è in caricamento