menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giuramento di sette nuove guardie zoofile e ittiche per la guardia civile ambientale

L’associazione ha anche da poco istituito la nuova sezione dell’ufficio legale diretta dagli avvocati Gianna Giannini e Anna Consiglia Sponsano

Sono in totale sette le nuove guardie zoofile e ittiche della guardia civile ambientale che hanno prestato giuramento al termine di un percorso formativo finalizzato alla richiesta dei decreti di guardie zoofile, zootecnico e ambientale, e i decreti di guardia ittica delle acque interne.
L’associazione ha anche da poco istituito la nuova sezione dell’ufficio legale diretta dagli avvocati Gianna Giannini e Anna Consiglia Sponsano.

Le quali hanno abbracciato la guardia civile ambientale per la professionalità dimostrata e per la loro fondamentale attività sul territorio attinenti alle loro mansioni. I legali si occuperanno degli aspetti legislativi-legali di loro competenza e a intraprendere azioni legali contro coloro che commetteranno reati nei confronti delle guardie giurate.
Nuove iniziative sono sul tavolo dell’associazione tra cui tre appuntamenti importantissimi, con l’iniziativa della realizzazione dello sportello contro la violenza sulle donne che sarà diretto proprio dai due legali e in particolare dalla Sponsano la quale ha già maturato l’esperienza necessaria per gestire e approfondire le richieste che verranno formulate e difendere le donne maltrattate. Successivamente la guardia civile ambientale fornirà le modalità su come contattare lo sportello in modo da poter prendere appuntamento con i legali.

Altro appuntamento importante è la convenzione che verrà presto stipulata con il sindaco di Collecorvino, Antonio Zaffiri, il quale rappresenta la Provincia di Pescara come presidente: sostanzialmente la guardia civile ambientale dopo aver partecipato al tavolo di trattative con il primo cittadino hanno stabilito l’accordo per il controllo sul randagismo, il controllo canino e l’oramai incontrollabile abbandono dei rifiuti che vengono sistematicamente lasciati sul suolo pubblico. Inoltre la guardia civile ambientale si appresta a intraprendere congiuntamente con la Regione Abruzzo Ufficio Caccia e Pesca il controllo e la vigilanza delle acque interne, con servizi mirati contro il bracconaggio della fauna ittica, dove hanno il potere certificativo di sanzionare i bracconieri e chiunque venga sorpreso in attività illecite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento