rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità Spoltore

Nuova Pescara, Di Lorito: "Subito la centrale unica di committenza per intercettare i fondi Pnrr"

Il sindaco di Spoltore scrive ai suoi colleghi di Pescara e Montesilvano, Masci e De Martinis: "Sarebbe il primo passo concreto verso la fusione"

Intercettare nel modo migliore possibile i fondi del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) in vista della nascita della Nuova Pescara, è possibile solo se nasca prima che escano i bandi destinati agli enti locali, una centrale unica di committenza e di gestione dei contratti.
Ad affermarlo, con tanto di lettera inviata ai sindaci di Pescara e Montesilvano Carlo Masci e Ottavio De Martinis, è il sindaco di Spoltore Luciano di Lorito che ai colleghi chiede quindi di avviare la gestione in forma associata della funzione in vista dell'istituzione della Nuova Pescara applicando quanto previsto dalla legge regionale creata ad hoc per la nascita della nuova area metropolitana.

Avere una centrale unica di committenza, sottolinea di Lorito, vuol dire “uperare i paletti attualmente in vigore per i Comuni non capoluogo di Provincia”. Non solo “il primo atto concreto verso la fusione” per il primo cittadino, ma anche la strada migliore per intercettare i fondi del Pnrr dato che proprio i Comuni, sottolinea “ricoprono un ruolo cruciale per l'efficientamento energetico, la gestione dei rifiuti e la rigenerazione urbana”. I bandi del Pnrr per gli enti locali, ricorda il sindaco di Spoltore, dovranno essere varati entro il 30 giunto con i cantieri che dovranno partire entro dicembre 2023 per essere concluso entro giugno 2026, ed fars trovare pronti alla sfida è fondamentale per Di Lorito dato che, spiega, “ai Comuni non capoluogo non è consentito di effettuare procedure di gara per l'assegnazione dei fondi del Pnrr”.

Questo vuol dire che, attualmente, Spoltore e Montesilvano sono tagliate fuori e che secondo un chiarimento del ministero dell'Interno, dice ancora, “possono svolgere autonomamente solo le procedure per l'aggiudicazione di beni e servizi al di sotto dei 40 mila euro oppure per lavori al di sotto dei 150 mila. La creazione di una centrale unica di committenza e di gestione dei contratti, prevista dalla legge regionale che istituzioni il Comune di Nuova Pescara, andrebbe a semplificare l'iter per Spoltore e Montesilvano, che attualmente potrebbero effettuare gare per interventi finanziati dal Pnrr solo attraverso la stazione unica appaltante o la centrale unica di committenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Pescara, Di Lorito: "Subito la centrale unica di committenza per intercettare i fondi Pnrr"

IlPescara è in caricamento