Aumenta il numero (250) degli interventi chirurgici nell'ospedale di Pescara, 40 in più al mese. Via a nuove assunzioni

Con la delibera numero 1033 è stata disposta la riorganizzazione gestionale e strutturale del blocco operatorio del presidio ospedaliero pescarese

Approvato il nuovo regolamento del blocco operatorio dell'ospedale di Pescara dalla Asl.
Con la delibera numero 1033 è stata disposta la riorganizzazione gestionale e strutturale del blocco operatorio del presidio ospedaliero pescarese.

Queste le novità introdotte dal nuovo regolamento:

  • dall'1 ottobre aumenta il numero di sedute operatorie per gli interventi programmati, che passano da 210 a 250 al mese (ogni seduta operatoria consta di 6 ore di attività chirurgica);
  • la creazione di un comitato buon uso sale operatorie il cui obiettivo è il miglioramento della risposta e l’abbattimento delle liste di attesa chirurgiche;
  • l’ampliamento, entro marzo 2021, del numero delle sale operatorie multispecialistiche, che passeranno dalle attuali 11 a 17, di cui 2 al servizio dell’unità operativa di Oculistica, con un investimento economico di oltre 4 milioni di euro.

La delibera dispone anche, entro dicembre 2020, l’ampliamento dell’organico, tramite la pubblicazione di un concorso a tempo indeterminato per l’assunzione di 12 dirigenti medici anestesisti rianimatori, arrivando così ad un totale di 70 rianimatori per la Asl di Pescara e tramite scorrimento delle graduatorie di mobilità per assunzioni a tempo determinato e indeterminato di infermieri con esperienza di blocco operatorio e operatori socio sanitari (Oss), con un investimento economico di oltre 1 milione e mezzo di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Analoga riorganizzazione e potenziamento anche dei presidi ospedalieri di Penne (2 sale operatorie) e Popoli (3 sale operatorie) riguarda l’attività diagnostica e chirurgica specialistica volta a gestire l’espletamento delle classi di priorità B (prestazioni da eseguirsi entro 60 giorni) e C (prestazioni da eseguirsi entro 180 giorni), avvalendosi anche di un ambulatorio di Otorinolaringoiatra; di un ambulatorio di Neurochirurgia; dell’Unità Operativa Dipartimentale Artroscopia e Traumatologia; dell’Unità Operativa Dipartimentale di Chirurgia generale e del Servizio di endoscopia digestiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vigilessa di Pescara Monica Campoli protagonista a "Forum" [VIDEO]

  • Il Lotto premia l'Abruzzo: grande vincita ad Avezzano

  • Coronavirus, Marsilio sulle possibili chiusure in Abruzzo: "Non lo escludo ma si lavora giorno per giorno"

  • Influenza stagionale e Sars Cov-2, come eseguire la prevenzione nei bambini: le parole del pediatria Silvestre

  • Cluster di Covid nella scuola media Rossetti: scatta la chiusura, alunni e personale scolastico in quarantena

  • Mascherine: dove trovarle online a prezzi convenienti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento