rotate-mobile
Attualità

Negozi di cannabis, il Popolo della Famiglia chiede la chiusura per le feste natalizie

Il movimento politico chiede la chiusura almeno per le feste natalizie degli shop di prodotti a base di cannabis. "Sono dannosi per la salute, e spesso vendono anche stupefacenti"

Chiudere almeno per le feste natalizie i negozi di vendita di prodotti a base di cannabis, e rivedere le autorizzazioni all'apertura di questo genere di negozi. È quanto chiede il Popolo della Famiglia parlando di un business basato su prodotti teoricamente legali ma che spesso nasconde un vero e proprio spaccio di stupefacenti.

DROGA IN UN CANNABIS SHOP: ARRESTATO

Il movimento prende esempio dal caso di Forlì dove perquisizioni a tappeto hanno dimostrato che vi era vendita di sostanza illegale per un valore che supera i 750 mila euro. Per questo, il presidente nazionale Adinolfi chiede un intervento immediato della Guardia di Finanza almeno durante le feste:

“Il Consiglio superiore di sanità ha segnalato al ministro della Salute la necessità di chiudere questi negozi perché la sostanza cosiddetta ‘legale’  che viene venduta potrebbe essere molto nociva soprattutto per i giovanissimi.  Per tutta risposta il ministro Grillo ha licenziato l’intero Consiglio superiore di sanità.  Noi chiediamo di essere conseguenti all’allarme lanciato dal Css  e all’attività meritoriamente svolta a Forlì.

Quei negozi sono pericolosi, e poiché per Natale stanno vendendo tonnellate di materiale,  noi come Popolo della Famiglia, per la salute pubblica, chiediamo di sospenderne l’attività almeno per tutta la durata delle feste natalizie, del Capodanno e dell’Epifania”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Negozi di cannabis, il Popolo della Famiglia chiede la chiusura per le feste natalizie

IlPescara è in caricamento