rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Attualità

Luci solo in centro e nel centro storico per il Natale, Santilli: "Situazione difficile, ma negli altri quartieri gli alberi ci saranno"

Diminuiscono di due terzi gli investimenti: il caro energia pesa sull'ente, ma per il vicesindaco è importante dare un messaggio di presenza anche al resto della città: 25 o 26 gli alberi che saranno illuminati. Per ora nessuna riduzione sull'illuminazione pubblica, si aspettano le decisioni del governo

Le luci natalizie ci saranno solo in centro e nel centro storico della città, ma il vicesindaco Gianni Santilli che ha la delega all'energia, assicura che anche negli altri quartieri un segnale sarà dato: 25 o 26 infatti gli alberi che saranno “accesi” nelle altre zone della città con lo scopo, sottolinea, di lanciare un messaggio positivo nonostante il difficile momento storico.

Un momento storico che si caratterizza per i rincari sia dei prodotti che dell'energia con il caro bollette che sta mettendo in ginocchio tutti: anche gli enti pubblici. Per il Comune di Pescara si stimano spese superiori al passato di almeno 8 milioni di euro. Di qui la necessità di risparmiare e tagliare sulle luminarie. D'altra parte è di pochi giorni fa la notizia data da 17 sindaci dell'entroterra: le luci di natale loro non le accenderanno proprio. Una situazione così grave quella che stanno vivendo che si sono persino accollati la responsabilità di attuare un piano di razionalizzazione dell'illuminazione pubblica sebbene nell'ottica di non andare ad inficiare sulla sicurezza che resta una priorità. Una decisione presa per tentare di rimandare il più possibile i tagli ai servizi che peserebbero moltissimo sui cittadini, ma che senza una risposta dal governo centrale cui hanno chiesto il rimborso totale delle spese energetiche, sarà inevitabile.

E in attesa delle decisioni del governo è anche il vicesindaco Santilli che precisa che per ora sull'illuminazione pubblica a Pescara non sono previsti provvedimenti. Altri ne sono già stati attuati, ricorda, con la settimana corta nelle scuole per tentare di arginare l'aumento dei costi di luce e gas e l'attuazione della stessa misura negli uffici comunali.

Se sull'illuminazione pubblica ci si auspica di non dover intervenire, sul natale l'intervento è deciso ed è stato fatto con un taglio di due terzi della spesa rispetto all'anno scorso: l'impegno di spesa previsto è di circa 70mila euro, come ha riferito il sindaco Carlo Masci all'Andkronos, a fronte dei 200 mila investiti nelle festività passate.

Queste quindi le vie della città dove le luminarie ci saranno: corso Vittorio Emanuele, corso Umberto, piazza Salotto con anche l'accensione del tradizionale albero di natale, via Roma, via Trento, via Cesare Battisti, via Firenze, via Mazzini, via Piave, via Regina Margherita all'altezza di viale Muzii, via Nicola Fabrizi, via Venezia, piazza Muzii, corso Manthonè e via delle Caserme.

In tutti gli altri quartieri a cominciare da quelli più periferici come Fontanelle compresa via Caduti per Servizio, San Donato e Rancitelli, gli alberi illuminati a festa porteranno un po' di quello spirito del natale di cui forse abbiamo tutti bisogno.

Prosegue intanto il lavoro dell'assessore Cremonese per garantire gli eventi nel periodo festivo. Anche in questo caso le risorse sono diminuite. A disposizione ci sono 180 mila euro e di risposte al bando per le manifestazioni con cui si intende animare la città ne sono alla fine arrivate 46 dagli operatori. Alcuni però, spiega, non hanno riportato l'impegno di spesa per cui si sta conducendo un indagine che definisca chiaramente tutti gli importi previsti. Solo dopo si procederà alla scelta di quelli da finanziare e la scelta, ribadisce, guarderà alla qualità dell'offerta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luci solo in centro e nel centro storico per il Natale, Santilli: "Situazione difficile, ma negli altri quartieri gli alberi ci saranno"

IlPescara è in caricamento