Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

I nuovi gestori garantiscono la riapertura de "Le Naiadi" entro i primi giorni di ottobre

Nella commissione comunale allo Sport i rappresentanti dell’Ati (associazione temporanea di imprese) che gestisce l’impianto hanno garantito di riaprire le strutture entro i primi giorni del mese prossimo

Le piscine "Le Naiadi" riapriranno entro i primi giorni di ottobre. 
È quanto hanno garantito i rappresentanti dell'Ati che si occupa della gestione dello storico impianto natatorio.

A farlo sapere è il presidente della commissione comunale allo Sport, Adamo Scurti, al termine della riunione dell’organismo consiliare che si è tenuta questa mattina, martedì 7 settembre, e alla quale hanno partecipato, tra gli altri, anche i rappresentanti dell’associazione temporanea d’impresa che ha avuto nelle scorse settimane in gestione per un anno il complesso, a seguito di regolare procedura, da parte della Regione Abruzzo proprietaria dell’impianto. Ai lavori hanno infatti preso parte Massimo Pompei e Domenico Narcisi, rispettivamente presidente e amministratore delegato de La Petruziana, società capofila dell’Ati di cui fanno parte anche la Rari Nantes L’Aquila e la Effegiquadro di Pescara

«Se non vi saranno ostacoli al momento imprevedibili, il complesso delle piscine "Le Naiadi" riaprirà i battenti entro i primi giorni di ottobre. Finalmente possiamo annunciarlo ai tanti sportivi e gli utenti che per anni hanno portato avanti lì la loro attività», dice Scurti, «i dirigenti de "La Petruziana" hanno garantito la conservazione di tutti i posti di lavoro (questa mattina vi è stato in questo senso un incontro con le organizzazioni sindacali ndr) e nel contempo hanno manifestato la massima disponibilità a collaborare con la Regione e con il Comune affinché la ripresa dell’attività avvenga nel modo migliore possibile. Riapriranno infatti le tre piscine coperte che insistono presso Le Naiadi, ma hanno inoltre anticipato che intendono realizzare manifestazioni di carattere sociale, culturale e di spettacolo, ma anche dar vita a convenzioni e accordi con associazioni e società che si occupano di disabilità».

I nuovi gestori hanno maturato rilevante esperienza nella conduzione di impianti sportivi sia a Teramo che ad Avezzano. Hanno sostenuto che verrà data la precedenza all’adeguamento delle strutture sia sotto il profilo dell’efficientamento energetico che su quello idraulico, per una migliore e più agevole manutenzione delle vasche. Scurti non lo dice espressamente ma fa capire che l’auspicio è che si possa andare avanti anche oltre l’anno solare: «Spero che l’Ati possa andare avanti non solo per il primo anno, e questo facendo ricorso magari a un project financing che consenta di ottimizzare l’aspetto finanziario e consentire di portare avanti le attività per un periodo molto più lungo. Hanno dimostrato coraggio ad accettare questa sfida e ho l’impressione che abbiano le idee chiare».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I nuovi gestori garantiscono la riapertura de "Le Naiadi" entro i primi giorni di ottobre

IlPescara è in caricamento