rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Attualità

Multe, è Pescara il comune capoluogo dove si incassa di più: 9,4 i milioni riscossi nel 2023

A rivelarlo l'indagine Facile.it su dati Siope (Sistema informativo sulle operazioni degli enti pubblici): il valore medio pro capite è di 79 euro. Valori ben al di sopra di quelli degli altri comuni capoluogo e nelle realtà con meno di 5mila abitanti è sempre un comune del Pescarese in vetta alla classifica: si tratta di Scafa

Con un incasso di 9,4 milioni di euro e il valore media della “multa pro capite” di 79 euro, Pescara è il comune abruzzese in cui nel 2023 si è registrato il maggior introito per le sanzioni elevate per violazioni al codice della strada. Sempre della provincia il comune con meno di 5mila abitanti che condivide il primato: Scafa, con più di 360mila euro di sanzioni.

Il dato emerge dall'analisi realizzata da Facile.it su dati del Siope (Sistema informativo sulle operazioni degli enti pubblici) e conferma che in città di multe se ne fanno e tante.

Un tema, in realtà, oggetto anche di contrasto politico soprattutto con l'installazione delle videocamere ai semafori in alcuni incroci della città che per le opposizioni sarebbero state utili solo a fare cassa, a fronte di una maggioranza che ha sempre motivato la scelta con la necessità di garantire la sicurezza stradale in specifici tratti. Tratti dove, questa è sempre stata la replica, non vi sarebbe però una cosi alta incidentalità. Un tema tornato poche settimane fa all'attenzione della cronaca cittadina quando il sindaco Carlo Masci ha annunciato l'avvio di controlli da parte della polizia locale per valutare la possibilità di spegnerne alcuni qualora si fosse raggiunto l'obiettivo prefissato.

Se lo scontro politico con una campagna elettorale che con il sempre più vicino appuntamento alle urne dell'8 e il 9 giugno quando si voterà anche per le europee, va avanti, l'indagine Facile.it conferma che comunque di sanzioni a Pescara nel 2023 ne sono state fatte più che in ogni altro comune capoluogo.

Il totale degli incassi tra Pescara, Chieti, Teramo e L'Aquila è stato infatti di 12 milioni con dunque il capoluogo adriatico che con quei 9 milioni guida decisamente la particolare classifica.Dietro con uno stacco netto c'è la città di Chieti (1,2 milioni). Seguono Teramo con 1,1 milioni di multe per violazioni al codice della strada e L'Aquila dove gli automobilisti a quanto pare sono molto più disciplinati: “solo” 345mila euro l'incasso.

Uno stacco netto che Pescara regista anche per il valore “malore pro capite”, inteso come rapporto tra i proventi registrati nel Siope e il numero di residenti, che in città è di 79 euro a fronte di Chieti che vede una media di 25 euro, Teramo dove è di 21 euro e ancora una volta L'Aquila in coda con 5 euro. Va specificato comunque che non tutte le multe vengono fatte ai residenti, ma spesso anche a turisti e pendolari specifica l'indagine. Cosa che questa che contribuisce in modo importante al dato complessivo.

Quindi i comuni con meno di 5mila abitanti con Scafa che di abitanti ne ha 3mila 495, in testa alla classifica con i 360mila euro di multe stradali. Un'altra realtà dove molto si è discusso dell'autovelox attivato ad aprile 2023 lungo la Tiburtina Valeria.

Secondo e terzo posto per due comuni di Chieti: Miglianico che di abitanti ne ha 4mila 631 e dove nel 2023 sono state elevate 210mila multe e Torrevecchia Teatina dove le multe sono state pari a 187mila euro a fronte di 4mila 216 abitanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe, è Pescara il comune capoluogo dove si incassa di più: 9,4 i milioni riscossi nel 2023

IlPescara è in caricamento