Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Il centrodestra boccia la mozione sul clima, associazioni e studenti pronti a scendere di nuovo in piazza

Decisivi i voti contrari e gli astenuti del centrodestra e per questa ragione studenti e associazioni si dicono pronti a scendere nuovamente in piazza nei prossimi venerdì

Il consiglio comunale di Pescara ha bocciato la mozione sul clima derivante dalla manifestazione di protesta, "Fridays for Future", che si è tenuta anche a Pescara venerdì scorso, 27 settembre.
Decisivi i voti contrari e gli astenuti del centrodestra e per questa ragione studenti e associazioni si dicono pronti a scendere nuovamente in piazza nei prossimi venerdì. 

Nel corso della manifestazione di venerdì scorso, migliaia di giovani in corteo hanno protestato per l'emergenza climatica e chiesto risposte serie e tangibili per salvare il pianeta.

Piazza della Rinascita, tappa conclusiva del corteo, è stata sede di un flashmob dove tutti i presenti, seduti a terra, tacevano per un minuto. «Anche noi di Ginestra», si legge in una nota, «insieme a molte altre organizzazioni, abbiamo partecipato a quello che è stato il Terzo Sciopero Globale per il Clima. Dopo questa manifestazione i consiglieri comunali del centro-sinistra, ovvero Pd Abruzzo, Pescara Città Aperte a Lista civica Sclocco Sindaco, con il supporto del Movimento Cinque Stelle Pescara e di Carlo Costantini, hanno portato al voto nell'assise civica una mozione per la dichiarazione di emergenza climatica, ma tutti i consiglieri del centro-destra hanno votato negativamente alla risoluzione, bocciando di fatto la Dichiarazione, non ritenendo evidentemente importante la tutela del pianeta. Bisogna agire ad ogni livello, dalle singole azioni ad ogni grado di Istituzione: siamo pronti a sostenere nuove mobilitazioni. Scendiamo in campo per una Pescara sostenibile!».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrodestra boccia la mozione sul clima, associazioni e studenti pronti a scendere di nuovo in piazza

IlPescara è in caricamento