menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le maglie che hanno fatto la storia del rugby in mostra all'Aurum - FOTO -

La mostra "Fango e sudore – Museo del Rugby" è stata inaugurata questa mattina all'Aurum di Pescara alla presenza del giocatore abruzzese nella nazionale Venditti

Inaugurata all'Aurum di Pescara la mostra "Fango e sudore – Museo del Rugby" che fino al 18 dicembre prossimo permetterà di poter ammirare una collezione unica di maglie nazionali ed internazionali che hanno segnato la storia della palla ovale in Italia e nel mondo.

L'iniziativa è promossa dal Pescara Rugby Asd e patrocinata dalla Regione Abruzzo e dal Comune di Pescara, oltre a comitato regionale Fir. Presente anche il giocatore abruzzese della nazionale Giovanbattista Venditti, oltre al presidente del Pescara Rugby Cavarocchi, al fondatore del museo Mattoccia, agli assessori Martelli, Paoni Saccone e Di Nisio ed al presidente del consiglio regionale Sospiri.

AIL E PERSCARA RUGBY INSIEME PER DUE EVENTI

L'evento è stato organizzato a scopo benefico: il ricavato delle donazioni sarà infatti devoluto all'Ail di Pescara - Teramo rappresentata dal presidente Cappuccilli e si lega alla partita del cuore che si disputerà domenica 22 dicembre alle 14,30 al campo sportivo di via Maestri del Lavoro con il derby fra il Pescara Rugby ed i Rebels Chieti.

Il presidente Sospiri ha commentato:

L’elemento straordinario è che a ogni pezzo unico esposto corrisponde un aneddoto, un episodio di vita e di sport che il Museo del Rugby ha portato a Pescara. Come, ad esempio, l’unica maglia indossata dal campione Gareth Edwards con la squadra dei Neath in una ‘partita fantasma’ giocata di notte, con il campo illuminato solo dai fari, contro il College del Sud-Africa in pieno Apartheid.

Ci sono le prime maglie della nazionale che ci riportano alla Guerra, a pochi passi, peraltro, della mostra ‘Disobbedisco’ che, in altre stanze dell’Aurum, ci racconta l’impresa a Fiume di Gabriele d’Annunzio. Ci sono le maglie dell’esordio della squadra italiana al 6 Nazioni, ci sono le maglie introvabili degli All Black, che non le donavano mai, divise che dopo le vittorie venivano portate in ospedale e cedute ai malati terminali affinchè lo spirito guerriero che aveva permesso loro di vincere aiutasse anche i pazienti a vincere la battaglia sulla malattia. Poi quelle storiche della prima squadra del Sud-Africa, quella che Nelson Mandela, liberato dalla prigionia, convinse a far giocare il primo nero tra i bianchi

Il presidente Cavarocchi del Pescara Rugby ha aggiunto:

"Il Pescara Rugby ha circa 150 iscritti, a tutte le categorie, dall''under 6 ai senior. E' una società in forte crescita ed espansione. Non è la prima volta che organizziamo eventi, come quello in questione, a scopo benefico. L'idea è anche quella di avvicinare Pescara al rugby e far sapere che il capoluogo adriatico ha una sua scuola ed una sua squadra. Stiamo lavorando perché il prossimo anno vorremmo portare a Pescara un evento importante come il Test Match di rugby con la nazionale italiana"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento