Il ministro della Giustizia, Bonafede, a Rigopiano per la commemorazione delle vittime

Le celebrazioni per il terzo anniversario di una tragedia indimenticabile si terrano sabato 18 gennaio

Sarà presente anche il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, alla commemorazione per le 29 vittime della tragedia dell'hotel Rigopiano di Farindola.
Le celebrazioni per il terzo anniversario di una tragedia indimenticabile si terrano sabato 18 gennaio.

A organizzare la giornata in memoria delle 29 vittime è il Comitato vittime.

Questo il programma:

  • ore 10: i familiari si ritroveranno davanti al totem affisso proprio lì dove sorgeva l'hotel;
  • ore 11: partendo dal bivio Mirri di Farindola, il corteo partirà con 29 fiaccole, una per ogni vittima, fino a raggiungere la chiesa San Nicola Vescovo del piccolo comune del pescarese dove Don Luca Di Domizio celebrerà la santa messa;
  • ore 15: al palazzetto dello Sport di Penne si terrà una cerimonia cui prenderanno parte personalità del mondo dello spettacolo e della cultura vicine da sempre alle famiglie come Pino Insegno e Federico Perrotta.

«Alla commemorazione», si legge in una nota del Comitato, «parteciperà il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, che con il suo dicastero si è mostrato sempre vicino e attento alle problematiche dei familiari delle vittime delle tragedie del nostro Paese e ai vari Comitati, nonché al Comitato nazionale "Noi non dimentichiamo"».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento