rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Attualità

Giovani democratici: "vergognoso atto di violenza misogina e padronale quello denunciato dalla Filcams-Cgil"

I giovani democratici sull'audio shock della titolare di un supermercato che chiede ai capireparto di trovare le dipendenti con il ciclo per individuare chi di loro aveva lasciato un assorbente in bagno, ai coetanei: "Denunciate i soprusi"

“Questa mattina la Filcams-Cgil Abruzzo Molise ha denunciato questo vergognoso atto di violenza misogina e padronale, dopo la denuncia di alcuni lavoratori e alcune lavoratrici. Noi Giovani democratiche e Giovani democratici condanniamo insieme al sindacato questo episodio che ci riporta indietro al medioevo e che segnala ancora una volta un grave problema culturale riguardante il lavoro, i lavoratori e in particolare le lavoratrici donne, esposte ancor di più a episodi di violenza, mobbing e pressioni psicologiche che fanno leva sulla loro debolezza contrattuale”. Così in un post su facebook il segretario regionale dei Gd, la responsabile lavoro Lisa Vadini e Annachiara Di Lorenzo del dipartimento politiche di genere sull'audio shock in cui la titolare di un supermercato, dopo aver trovato un assorbente sullo scarico del wc degli spogliatoi, dice ai capireparto “voglio nome e cognome di chi ha il ciclo mestruale, ok? Sennò gli calo le mutande io”.

“Sappiamo che questa è solo la punta dell’iceberg - concludono i giovani democratici - e lo diciamo con forza alle nostre coetanee e ai nostri coetanei: rivolgetevi al sindacato e denunciate i soprusi, anche chiedendo se volete di rimanere anonimi. Il lavoro è giustizia e dignità”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani democratici: "vergognoso atto di violenza misogina e padronale quello denunciato dalla Filcams-Cgil"

IlPescara è in caricamento