rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Il memorial Sargiacomo scende in campo per l'Ucraina

A dieci anni dalla scomparsa del manager e sportivo pescarese che lavorò anche a Mariupol e Odessa, la partita di beneficienza tra i Los Ambigos Pescara Crabs e i Veterans di Ancona: appuntamento sabato 23 al campo di Zanni

Quando lavorava ad Ancona, il suo primo impegno di lavoro, ha passato molto tempo a Mariupol prima e a Odessa poi. Al ritorno ai suoi familiari ha raccontato non solo della bellezza dell'Ucraina, ma anche del cuore della popolazione che disse essere molto simile a quella del nostro Paese, dell'Abruzzo e di Pescara. Per questo in occasione del decennale dalla scomparsa di Vittorio Sargiacomo, manager e sportivo pescarese stroncato da un malore durante un viaggio di lavoro a Pechino, la sua famiglia d’intesa con Alberto Carulli di Uisp sport, ha deciso di organizzare un incontro di beneficienza che, nel campo di Zanni sabato 23 aprile alle 17, vedrà affrontarsi in uno spirito di festa e solidarietà i Los Ambigos Pescara Crabs e i Veterans di Ancona. E' il fratello Massimo a raccontare dell'iniziativa e di quell'esperienza vissuta nelle due città Ucraine con Mariupol oggi simbolo della tragedia della guerra che si sta consumando. Da una parte le colonne di Pescara capitanate da Fabrizio “Bamby” Moretti, e gli inseparabili amici Gaetano Ranieri, Francesco Baldati, Ettore Esposito e Lorenzo Papa e altri. Dall’altra, Paolo Belvederesi, Carlo Casali, Mario Andreanacci and company rappresenteranno Ancona, la seconda città di Vittorio.

Un evento che nasce sulla scia dei tanti già organizzati in questi anni dalla famiglia Sargiacomo e in particolare dal fratello Massimo, dala moglie del manager Emanuela, dalla sorella Francesca e dai figli Giulia. Vittorio come giocatore e manager è sempre stato una persona di gran cuore e generosità, e la famiglia Sargiacomo negli anni ha donato alla città di Pescara, tra le altre cose, lo spazio funzionale sala di studio “Vittorio Sargiacomo” nel reparto pediatrico della Asl di Pescara, una lavagna Lim alla Scuola Media Foscolo di via Einaudi, una serie di defibrillatori mobili alla Croce Rossa di Pescara, mascherine ffp2 alla Cri a marzo 2020 quando non se ne trovavano. Oggi il pensiero va all'Ucraina e al suo popolo martoriato dalle bombe ed è a loro che sarà devoluto il ricavato di questa speciale partita.

locandina_memorial_sargiacomo

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il memorial Sargiacomo scende in campo per l'Ucraina

IlPescara è in caricamento