Attualità

Medicinali veterinari, c'è l'obbligo del registro in formato elettronico

Il servizio igiene degli allevamenti e delle produzioni animali della Asl di Pescara, diretto dal dottor Nicola De Luca, ha inviato un’informativa a tutti gli allevatori della provincia

Dal 28 gennaio è in vigore l’obbligo dell’utilizzo del registro elettronico dei trattamenti veterinari per gli allevamenti zootecnici, come previsto dal decreto legislativo del 2 febbraio 2021 n.27, al fine di completare la digitalizzazione della tracciabilità del medicinale veterinario e del monitoraggio del consumo dei farmaci. L’obbligo riguarda gli allevatori delle aziende zootecniche che allevano animali destinati alla produzione di alimenti (Dpa) per l’uomo; tali figure sono tenute a registrare i medicinali veterinari somministrati agli animali su registro dei trattamenti terapeutici esclusivamente in formato elettronico. 

Il registro elettronico, infatti, legandosi alla ricetta elettronica e al modello IV elettronico, di fatto completa la digitalizzazione della tracciabilità del medicinale veterinario e del monitoraggio del consumo dei farmaci, concetti inseriti in un’idea di sostenibilità e di sicurezza sempre maggiori per quanto riguarda le filiere alimentari.

Con l'obiettivo di supportare il passaggio dalla registrazione cartacea a quella elettronica ed evitare sanzioni per mancata registrazione dei trattamenti veterinari, il servizio igiene degli allevamenti e delle produzioni animali della Asl di Pescara, diretto dal dottor Nicola De Luca, ha inviato un’informativa a tutti gli allevatori della provincia, invitandoli ad attivarsi tempestivamente per la richiesta delle credenziali legate all’applicativo “Farmacosorveglianza” sul “Sistema Informativo Veterinario”. Per la richiesta delle credenziali è necessario collegarsi al portale www.vetinfo.it, cliccare nella pagina su “Richiesta account per accesso vetinfo”, selezionare l’applicativo per Farmacosorveglianza e seguire la procedura indicata.

Il dottor De Luca, esprimendo vicinanza alle aziende zootecniche del territorio che stanno vivendo un momento di crisi economica, e nella consapevolezza delle difficoltà che incontreranno le aziende medio/piccole, poco o per nulla predisposte all’informatizzazione delle nuove procedure, precisa che “la dematerializzazione del registro dei trattamenti terapeutici veterinari è il presupposto per la completa informatizzazione della tracciabilità del medicinale veterinario. Con l’utilizzo del registro elettronico dei trattamenti sarà possibile semplificare le seguenti procedure: scarico dei medicinali facenti parte della scorta; compilazione di altri modelli, come il modello 4 informatizzato per lo spostamento degli animali ed il modello 12 per la registrazione delle vaccinazioni; calcolo dell’effettivo consumo degli antibiotici; l’integrazione tra sistemi già in uso nelle aziende zootecniche”.

Per ulteriori informazioni o per richiesta di assistenza è possibile contattare il Servizio Asl tramite le indicazioni riportate al seguente link: https://www.asl.pe.it/DettaglioUUUA.jsp?id=69.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicinali veterinari, c'è l'obbligo del registro in formato elettronico
IlPescara è in caricamento