rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Attualità

Medici e case farmaceutiche, Codacons: "Istanza alla Gdf e alle Asl territoriali"

Dopo aver diffuso l’elenco dei camici bianchi della regione che tra il 2015 e il 2017 hanno ricevuto finanziamenti dalle multinazionali del farmaco, l'associazione si prepara alla prossima mossa, finalizzata a fare chiarezza su alcuni aspetti

Prosegue l'operazione trasparenza del Codacons Abruzzo sui medici che hanno preso soldi dalle case farmaceutiche.

Dopo aver diffuso l’elenco dei camici bianchi della regione che tra il 2015 e il 2017 hanno ricevuto finanziamenti dalle multinazionali del farmaco, l'associazione annuncia un'istanza alla Gdf e alle Asl territoriali per fare chiarezza su alcuni aspetti.

"Chiederemo alle Fiamme Gialle di verificare se i soldi percepiti dai medici dell’Abruzzo per convegni o altre attività legate all’industria del farmaco siano stati regolarmente denunciati ai fini fiscali – spiega il Codacons – Alle Asl invece chiediamo di controllare la lista dei farmaci prescritti dai singoli medici inseriti nell’elenco, allo scopo di accertare se vi siano eventuali squilibri nelle prescrizioni in favore dei prodotti commercializzati dalle aziende finanziatrici".

Il Codacons, poi, rispedisce al mittente l’accusa - da parte dei medici - di voler avviare una caccia alle streghe:

"Il nostro scopo è solo quello di garantire piena trasparenza ai cittadini. Farebbero bene i camici bianchi e gli Ordini e le federazioni che li rappresentano ad appoggiare la nostra iniziativa, senza chiudersi in una difesa corporativa della categoria che di certo non avvantaggia gli utenti del servizio sanitario".

Si tratta, insomma, di una battaglia giusta:

"Chi si occupa della salute dei cittadini – prosegue il Codacons – deve essere lontano da qualsiasi possibilità di influenza commerciale e non deve subire alcuna influenza sul fronte delle prescrizioni, considerato che i farmaci hanno anche effetti collaterali. I medici che lavorano in strutture pubbliche, poi, sono a tutti gli effetti pubblici ufficiali che devono per legge astenersi dal ricevere qualsiasi tipo di finanziamento da soggetti su cui poi adottano decisioni che possono avere rilievo economico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medici e case farmaceutiche, Codacons: "Istanza alla Gdf e alle Asl territoriali"

IlPescara è in caricamento